ACQUA IN AGRICOLTURA. ROLFI: APPROVATO AUTOMATISMO PER DEROGHE TEMPORANEE A RILASCIO DEFLUSSO MINIMO VITALE

La Regione Lombardia ha approvato la

delibera riguardante le soglie di attivazione per

l'autorizzazione di deroghe temporanee agli obblighi di rilascio

del deflusso minimo vitale. Fino a ora, infatti, ogni singola

richiesta di deroga all'obbligo di rilascio doveva essere

discussa in sede di Osservatorio Permanente sugli Usi dell'Acqua

nel Distretto Idrografico del Fiume Po, subordinatamente alla

dichiarazione dello stato di severita' idrica almeno media.

Per rendere piu' veloce e mirata l'azione della Regione,

sollevandola dall'obbligo di passare attraverso l'Osservatorio

per ogni richiesta di deroga, e' stata prevista la possibilita' di

definire autonomamente le soglie di severita' idrica per i

sottobacini di interesse regionale, stabilite proprio nel

documento approvato.

"E' il risultato - ha dichiarato l'assessore regionale lombardo

all'Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi Fabio Rolfi

presentando i contenuti della delibera - di un importante lavoro

di squadra. Ringrazio l'assessore Massimo Sertori per la

collaborazione. Gia' nei mesi scorsi avevamo paventato il bisogno

di istituire procedure semplificate per la concessione della

deroga. Quando si presenta il problema della carenza idrica per

gli agricoltori la Regione ha la necessita' di intervenire con

urgenza e purtroppo la normativa statale ed europea sul deflusso

minimo vitale e' troppo rigida e ha reso difficile negli anni

l'applicazione di deroghe anche in situazioni di evidente

difficolta'. Questo ha messo molte aziende agricole nella

condizione di non avere acqua con i tempi giusti, obbligandole a

un calo della produzione sia in termini qualitativi che

quantitativi. L'intervento pone fine a un percorso burocratico

farraginoso. Acqua con i modi e con i tempi giusti per gli

agricoltori, rispettando le esigenze ambientali

dell'ecosistema".

Con il provvedimento viene definita la metodologia per

l'individuazione dei diversi scenari di severita' idrica che si

basa sul confronto, per ogni sottobacino di interesse regionale,

tra le disponibilita' delle riserve idriche e le medie storiche

di riferimento.

In particolare, la delibera individua i seguenti scenari di

severita' idrica:

- non critico: disponibilita' delle riserve idriche uguale o

superiore alla media della serie storica di riferimento;

- di severita' idrica bassa: disponibilita' delle riserve idriche

inferiore alla media della serie storica di riferimento, con

deficit inferiore o uguale al 30%;

- di severita' idrica media: disponibilita' delle riserve idriche

inferiore alla media della serie storica di riferimento, con

deficit maggiore al 30%.

In presenza di uno scenario di severita' idrica media o superiore

in uno specifico sottobacino di interesse regionale, i titolari

delle utenze di derivazione di acqua superficiale ad uso irriguo

possono presentare all'Autorita' concedente domanda di deroga al

valore di DMV/Deflusso Ecologico che potra' essere autorizzata

previa verifica e valutazione delle condizioni specificate nelle

Norme Tecniche di attuazione del Piano di Tutela delle Acque.

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MORE ARTICLES



Questo sito utilizza cookies di Sessione, Tecnici e di Profilazione. Cliccando su "OK", questi cookies si attiveranno. Per maggiori informazioni o per eventuali limitazione dei cookie, clicca sul link e visita la nostra apposita sezione.<br/>This website uses Session, Permanent and Third-Party cookies. by clicking on "Ok", these cookies will be enabled. For further informations or for cookie limitation, please click on the link and visit our dedicated section.<br/> Cookie & Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi