AGROMAFIE, EURISPES: SOLIDARIETÀ A SOCIOLOGO OMIZZOLO

“L'ultimo episodio intimidatorio nei confronti del giornalista e studioso Marco Omizzolo, ci colpisce e ci turba profondamente. Esprimiamo la vicinanza e la solidarietà ad un attento studioso, oltre che ad un prezioso collaboratore dell'Istituto”. Il Presidente dell’Eurispes, Gian Maria Fara, commenta così il grave episodio di cui è rimasto vittima il sociologo Marco Omizzolo.
Autore di diversi saggi per il Rapporto Italia e per il Rapporto Agromafie di Eurispes, Omizzolo è stato bersaglio di una grave intimidazione: nella notte tra il 3 e il 4 marzo, la sua auto, parcheggiata sotto casa a Sabaudia, è stata “vandalizzata”. Gomme squarciate, vetri rotti, fiancata destra sfregiata, cofano danneggiato.
Si tratterebbe di un episodio, con tutta probabilità, riconducibile ad ambienti della criminalità organizzata delle mafie e agromafie pontine.
Non è la prima volta che il sociologo, da tempo impegnato nell’emersione dei fenomeni delle agromafie e nella denuncia di attività illecite, che ruotano intorno allo sfruttamento nei campi, nelle aziende agricole e zootecniche, subisce intimidazioni.
Responsabile scientifico della Cooperativa Sociale In Migrazione, negli anni Omizzolo ha presentato oltre cento denunce nei confronti di imprenditori e caporali senza scrupoli.

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MORE ARTICLES

Questo sito utilizza cookies di Sessione, Tecnici e di Profilazione. Cliccando su "OK", questi cookies si attiveranno. Per maggiori informazioni o per eventuali limitazione dei cookie, clicca sul link e visita la nostra apposita sezione.
This website uses Session, Permanent and Third-Party cookies. by clicking on "Ok", these cookies will be enabled. For further informations or for cookie limitation, please click on the link and visit our dedicated section.
Cookie & Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi