AL VIA LA 121a EDIZIONE DI FIERACAVALLI, RIFERIMENTO PER UN SETTORE DA 5 MILIARDI DI EURO

AL VIA LA 121a EDIZIONE DI FIERACAVALLI, RIFERIMENTO PER UN SETTORE DA 5 MILIARDI DI EURO

Si è aperta oggi a Verona la 121aedizione di Fieracavalli, il salone internazionale che dà voce al mondo equestre in tutte le sue anime, dallo sport al turismo, dall’ippoterapia al business. Negli spazi di Veronafiere sono ospitati 2.400 cavalli di 60 razze provenienti da tutto il mondo, 750 aziende espositrici da oltre 25 Paesi, buyer da 18 nazioni, 35 associazioni allevatoriali e oltre 200 eventi tra gare sportive, esibizioni e convegni.Una passione millenaria, quella per il cavallo, che ancora oggi per sport o per hobby coinvolge un italiano su 4 e il 30% delle famiglie italiane, con uno “zoccolo duro” di 3,2 milioni di praticanti (8%) della popolazione attiva (18-65 anni, a esclusione quindi dei minorenni) che è montato in sella almeno una volta nel corso dell’anno (dati Fieracavalli-Nomisma 2018).All’inaugurazione erano presenti il presidente di VeronafiereMaurizio Danese, il sottosegretario di Stato al Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali Giuseppe L'Abbate, il presidente della Regione VenetoLuca Zaia, il sindaco di VeronaFederico Sboarina, il vicepresidente della ProvinciaDavid Di Michele eil presidente della Federazione italiana sport equestriMarco Di Paola.«Fieracavalli si conferma il punto di riferimento per il pubblico di appassionati e le imprese del settore equestre», ha detto il presidente Danese. «La nostra responsabilità è grande, perciò abbiamo deciso di lanciarequest’anno Fieracavalli Academy, progetto che ha l’obiettivo di promuovere un approccio etico e rispettoso del benessere del cavallo, ponendo anche l’accento sulla sostenibilità ambientale. In questo percorso stiamo coinvolgendo cavalieri, esperti, testimonial, istituzioni, università e ricerca».Un’iniziativa apprezzata dal sottosegretario L’Abbate: «Il tema lanciato quest’anno da Fieracavalli è sicuramente importante per un settore che torna centrale nelle politiche del ministero», ha osservato. «La filiera equestre va sostenuta in modo sempre più forte, perché può contribuire alla crescita economica del Paese, interessando molti ambiti, dagli allevamenti alla mangimistica, dall’agricoltura all’agonismo, dalla salute alle attrezzature».In linea con questa posizione il presidente Zaia: «Appoggiare questo comparto è strategico, anche per evitare la fuga all’estero delle scuderie e dei cavalli italiani, che ottengono sempre straordinarie prestazioni nelle competizioni», ha spiegato. «Veronafiere organizza la più grande rassegna di cavalli al mondo perché il Veneto è una regione che punta su questo settore, nonché l’unica che ha raddoppiato negli ultimi dieci anni il numero di cavalli, oggi 20mila».Il sindaco Sboarinaha ricordato come Fieracavalli siastata la prima manifestazione in assoluto organizzata dalla fiera di Verona nel 1898, da cui hanno preso poi slancio le successive. «Da allora questa rassegna ha saputo evolversi, seguendo il mondo equestre a 360 gradi, e in questo modo è riuscita a rimanere punto di riferimento a livello internazionale per il settore. Lo stesso deve avvenire per le altre manifestazioni e il Comune, socio di maggioranza di Veronafiere, è pronto a sostenere il nuovo piano industriale per fare in modo che questa realtà rimanga al passo con i tempi, vincendo ogni sfida».

Anche Di Micheleha ricordato l’importanza del mondo equestre e di tutta la filiera collegata: «Fieracavalli è un’altra delle eccellenze del nostro territorio, un settore fatto non solo di cultura e tradizioni, ma anche fonte di reddito per i numerosi allevamenti, maneggi e strutture recettive presenti nella nostra provincia».Di Paolaha invece fornito un’anticipazione di uno studio economico realizzato dal Centro studi Fise in collaborazione con la Business School dell’università Luiss. «Fieracavalli, manifestazione in cui il cavallo è rappresentato in tutte le sue sfaccettature, ci dà l’opportunità di vivere un evento di livello mondiale, in ambito sportivo, con l’unica tappa italiana della coppa del mondo disalto a ostacoli. È una grande occasione per un settore economico importantissimo, la cui filiera produce complessivamente 5 miliardi di euro di fatturato».

FIERACAVALLI, AL VILLAGGIO DEL BAMBINO GIOCHI, VOLTEGGI E BATTESIMO DELLA SELLA

Animazioni egiochi per bambini,battesimi della sella, spettacoli con i pony e cavalli meccanici per avvicinare alla disciplina del volteggio. Sono moltissime le iniziative “formato famiglia”lanciate in occasione della 121ªedizione di Fieracavalli, in programma daoggiadomenica.Aipiù piccoli è dedicatoilVillaggio del bambino,nel padiglione 1,uno spazio ludico-interattivo dove ogni anno oltre20milagiovanissimisi ritrovano per divertirsi imparando aconoscere il mondo equestre: dalla scoperta degli impieghi del cavallo nella storia alle attrezzature dei cavalieri, fino alla pet-therapy, in un percorso ludico-didattico fatto di spettacolie tante sorprese.

UN CAVALLO PER AMICO. Nei primi due giorni di manifestazione, oggi e domani, gli alunni delle scuole primarie di Veronae provincia hannol’opportunità di partecipare a giochi, mostre, laboratori, spettacoli e persino di cimentarsi nel battesimo della sella, per una prima esperienza in groppa ad un cavallo. Un’iniziativa promossa da Fieracavalli in collaborazione con l’assessorato alla Pubblica istruzione del Comune diVerona, l’Ufficio scolastico VII di Verona, Banco BPM e Cattolica Assicurazioni.

IN SELLA AL PONY. Nell’area centrale del padiglione 1 i piccoli visitatoripossono provare l’emozione di montare a cavallo, cimentandosi in prove di abilità motoria e nella cura e pulizia dell’amico pony: un progetto di equimotricità a cura di Fise, la Federazione italianasport equestri. Per i più temerariè previsto anche il battesimo della sella, grazie agli esperti di Fitetrec-Ante.

MAGIE DI VOLTEGGIO. Grande attesa per lo show di Anna Cavallaro, la campionessa di volteggioplurimedagliata a livello mondiale, orgoglio tutto veronese,che si esibiscenel ring centrale del padiglione 1 in unelegante spettacolo assieme ai ragazzi e agli altri campioni in erba della squadraAsedLa Fenice. Assieme a lei,Harley, il cavallo che l’ha accompagnata nelle più importanti vittorie,e lo storico allenatoreNelson Vidoni.LaCavallaro e AsedLa Fenice sonopresenti anche al loro stand per incontrare bambini e giornalisti. Qui èpossibile sperimentare anche il cavallo meccanico Nae,il simulathorseche tutti possonocavalcare per un emozionante training dal vivoeper un avvicinamento alla disciplina del volteggio.

ASINI&CAVALLI. L’associazione sportiva AsdHorse valley propone sempre nel ring del padiglione 1 l’incontro “Asini&cavalli a confronto” per sfatare qualche falso mito sulla figura a volte bistrattata dell’asino e per scoprireda vicino come il cavallo comunica le sue e interagisce con le persone. Nello stand l’ASD Horse Valley offreunospaccato delle attività che si svolgono nel “maneggio sociale”di CorteMolon, sede dell’associazionea Verona. Sono infatti presenti l’ospedale Santa Giuliana,che attraverso una mostra fotografica illustrala riabilitazione equestreperl’aiuto agli adolescenti e ai giovani con problematichepsicologiche,eil carcere di Montorio, con i suoi progetti per il reinserimento sociale dei detenuti. L’AsdScuderia Calcatonega di Este (Padova) organizza un laboratorio sugli asini pertutti ibambini che voglionofamiliarizzare in modo coinvolgente con questi animali.

PET THERAPY. Focus sugli interventi assistiti con gli animali sotto l’egida delministero della Salute.Attraverso dimostrazioni interattive e laboratori sensoriali sarà possibileimparare a conoscere i segnali e il linguaggio dei cavalli. L’iniziativa è acura del dipartimento di Medicina animale produzioni e salute dell’Università di Padova, dell’Istituto zooprofilattico sperimentale delle Venezie e dell’Ulss9 scaligera con l’Associazione Giovanni Vincenzi. Inoltre,a cura del ministero della Salute con l’Istituto zooprofilattico sperimentale delle Venezie, domanidalle 14.30 in sala Rossini è in programmaun convegnosulle razze asinine e sul loro utilizzo negliistituti di assistenza anziani.

LABORATORI E INTERATTIVITÀ. Per l’edizione 2019 il Comune di Veronaritorna con unostand a cura degli assessorati aiServizi Sociali e Istruzione, dove saranno presentiassociazioni locali che propongono laboratori per bambini. Debutta in fiera, invece, il Comune di Castelnuovo con uno stand per promuovereil proprio territorio e alcune delle sue realtà maggiormente rappresentative, comeil Maneggio scuderie del Garda, il Golf club Paradiso, la Cantina di Castelnuovo e Gardaland.IlBanco BPM e Cattolica Assicurazioni propongonoiniziativeludico-interattiveper avvicinare i bambini al mondo equestre, mentre l’istituto comprensivo Don Bosco di Padova organizza attivitàsulmondo del cavallo agricolo italiano da tiro pesante rapido(Caitpr)eworkshop creativi.I temi legati all’ambiente sono poiinterpretati da Serit, incollaborazione con Coldiretti, che propongonolaboratori di disegno per i piccoli studenti ma ancheiniziative rivolteagli adulti.Trai temi trattati, i diversiusi dell’olivo, il sale profumato, le erbe aromatiche ed officinali.Presenti inoltre Esercito ed Aeronautica per stupire grandi e piccinicon la mostra del Reggimento Savoia Cavalleria eReggimento lancieri di Novarae l’esposizione dei mezzi blindati VtlmLince eBv206 degli Alpini paracadutisti

DREAMS, AL GALA D’ORO UNO SHOW DI ARTE EQUESTRE “DA SOGNO”

Spettacoli di arte equestre che ricreano atmosfere da sogno, dressage, competizioni sportive, feste e musica country. Sono moltissime le iniziative di intrattenimento che accendonoi quattro giorni e le tre nottidi Fieracavalli, il salone dedicato all’equitazionein programma dal 7 al 10 novembre 2019.

GALAD’ORO. Da oggia sabato va in scenanel padiglione 8 l’appuntamento serale con il Galad’Oro, lo show d’arte equestre che dal 1987 porta sul palcoscenico di Fieracavallia Verona i migliori artisti internazionali. Tre serate in cuicaroselli, dressage e lavori in libertà si uniscono a musica, danza e teatro equestre per trasportare il pubblico nel mondo diDreams,così è intitolato quest’anno lo show diretto daAntonio Giarola.A rendere speciale questo eventotanti ospiti comeil Clown d’argento a Montecarlo nel 2009Alex Giona, di ritorno da una tournée internazionale, con i suoi cavalli in libertà,eSanti Serra Camps, l’allevatore spagnolo che “sussurra” ai cavalli. Inoltre, per la prima volta a Verona, il trio comicoThe Horsemane come solistaAlizée Fromentcon un nuovo quadro intitolatoAngelus.Tra gli altri protagonisti vanno ricordatiGiuseppe Cimarosa,Valentina Giusti, Filippo Olivieri e Loretta Minollini,investe di attori equestri,Clizia Moffacon un carosello di otto mujeres in “doma vaquera”, ilGruppo equestre il Salice, senza dimenticare la tradizione italiana con ilGruppo italiano attacchie della monta da lavoro maremmana con l’Associazione cavalieri e allevatori del cavallo tolfetano. Va inoltresegnalata la presenza “live” del violinistaDomenico Artale.Atmosfere magiche e musiche coinvolgenti sono poi protagoniste grazie a due interventi di teatro equestre con danza, curati daCavallo & Companye alcuni allievi dell’Accademia Gala d’Oro: unanuova scuola, frutto dell’esperienza del Gala d’Oro, per formare i futuri talenti degli spettacoli legati al mondo del cavallo.L’Accademia, guidata daDario Milanese, direttore artistico di Cavallo & Company, e Antonio Giarolaoffre alle giovani promesse di questo settore la possibilità di frequentare corsi specifici di preparazione, in un percorso di crescita verso la realizzazione di esibizioni dall’elevatostandard professionale,a livello tecnico e qualitativo. Le lezioni teoriche e pratiche si svolgono nel maneggio Articolo V horse academy di Colle Umberto,in provincia di Treviso.

NOTTI DI FIERACAVALLI.Un ampio percorso gastronomico è aperto da oggia sabato fino alle 23 per tutti coloro che vogliono vivere le Notti di Fieracavalli alla scoperta delle tradizioni culinarie regionali. Nel Villaggio delle tradizioni(area esterna C&D)è infatti possibile cenare fianco a fianco di butteri della Maremma e allevatori trentini ascoltando affascinanti aneddoti.Al Saloon di Fieracavalli, nell’area esterna D,spazio invece alla musica country, con possibilità di degustare birre e piatti tipici degli stand enogastronomici che rappresentano lo spirito western, ma anche il territorio nazionale

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MORE ARTICLES



Questo sito utilizza cookies di Sessione, Tecnici e di Profilazione. Cliccando su "OK", questi cookies si attiveranno. Per maggiori informazioni o per eventuali limitazione dei cookie, clicca sul link e visita la nostra apposita sezione.
This website uses Session, Permanent and Third-Party cookies. by clicking on "Ok", these cookies will be enabled. For further informations or for cookie limitation, please click on the link and visit our dedicated section.
Cookie & Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi