ALLEANZA PESCA: SCRITTO A MIPAAFT E MIN LAVORO PER ISTRUZIONI SOSTEGNO REDDITO DIPENDENTI IMPRESE ITTICHE

«Abbiamo scritto al ministero del Lavoro e al Mipaaft per cercare di trovare “la quadra” per il sostegno al reddito dei dipendenti delle imprese di pesca». Lo annuncia in una nota l’Alleanza delle Cooperative della Pesca.

«Abbiamo raccolto le richieste delle marinerie in fermento, a partire da quella di Bari, proponendo soluzioni di semplice applicazione che consentano ai pescatori di fruire di questa misura, pari a 30 euro al giorno – prosegue l’Alleanza –. Sappiamo che i sottosegretari Manzato e Durigon, rispettivamente del Mipaaft e del ministero del Lavoro, stanno seguendo con attenzione l’iter procedurale, tuttavia chiediamo che vengano al più presto date istruzioni per sciogliere alcuni dei nodi emersi con la diffusione del decreto interministeriale di fine anno, in particolare sulle modalità di accesso alla misura, la complessità della procedura e soprattutto le difficoltà a ottenere dalle imprese le attestazioni delle giornate di inattività, che devono essere rilasciate dalle autorità marittime».

«Una possibile soluzione potrebbe essere quella dell’autocertificazione sul numero di giornate di fermo effettuate e il relativo periodo. Ricordiamo che il decreto, uscito a fine anno, prevede adempimenti impossibili da eseguire a posteriori. Sarebbe poi utile ammettere, oltre agli avvisi di burrasca dell’aeronautica militare, anche i bollettini di condizioni meteomarine avverse divulgati dalle capitanerie di porto di concerto con la prefettura e la protezione civile, prevedendo la possibilità di inoltrare un’unica domanda nel caso di armatori che gestiscano più imbarcazioni. Misure che sarebbe opportuno estendere anche ai pescatori delle acque interne».

«Confidiamo in un rapido riscontro per permettere l’attivazione di una misura molto attesa dalla categoria ma, soprattutto, chiediamo a gran voce l’adozione ultrarapida del provvedimento per il 2019, proprio per non rivivere lo stesso problema tra 12 mesi esatti» conclude la nota.

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MORE ARTICLES

Questo sito utilizza cookies di Sessione, Tecnici e di Profilazione. Cliccando su "OK", questi cookies si attiveranno. Per maggiori informazioni o per eventuali limitazione dei cookie, clicca sul link e visita la nostra apposita sezione.
This website uses Session, Permanent and Third-Party cookies. by clicking on "Ok", these cookies will be enabled. For further informations or for cookie limitation, please click on the link and visit our dedicated section.
Cookie & Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi