AMBIENTE, ROTA (FAI CISL): “FORESTALI E ALLEVATORI DIMENTICATI, APRIRE LA CONTRATTAZIONE”

“Tra i nostri contratti di settore ce ne sono almeno due che sono clamorosamente fermi da molti, davvero troppi anni. Quello dei lavoratori forestali, fermo al 2012: il tema va ripreso con decisione da tutti i punti di vista, sia della conoscenza sia soprattutto dell’azione contrattuale. L’altra situazione bloccata da ormai addirittura un decennio è quella del contratto collettivo dei dipendenti dalle organizzazioni degli allevatori, lavoratori che sono in una condizione di oblio, nessuno li ricorda, nessuno se ne occupa, sono pochi e ignorati nonostante il loro operato sia fondamentale per la qualità delle produzioni e la salute dei consumatori: sarà nostro impegno fare il possibile per far emergere il tema in modo che possano riaprirsi i tavoli di contrattazione”.
Lo ha detto il Segretario generale della Fai Cisl Onofrio Rota, nella sua relazione al comitato esecutivo nazionale della federazione, riunitosi oggi a Mogliano Veneto (Treviso).
“Occuparsi di ambiente – ha affermato il sindacalista – per noi non è solo un modo sacrosanto di tutelare lavoratrici e lavoratori, è anche un modo per estendere la tutela a tutti i cittadini. Il tema dell’ambiente va riaffrontato senza alibi e senza piangersi addosso”.

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MORE ARTICLES

Questo sito utilizza cookies di Sessione, Tecnici e di Profilazione. Cliccando su "OK", questi cookies si attiveranno. Per maggiori informazioni o per eventuali limitazione dei cookie, clicca sul link e visita la nostra apposita sezione.
This website uses Session, Permanent and Third-Party cookies. by clicking on "Ok", these cookies will be enabled. For further informations or for cookie limitation, please click on the link and visit our dedicated section.
Cookie & Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi