APICOLTURA, ROLFI: ACCOLTA DA CONFERENZA STATO-REGIONI ISTANZA LOMBARDIA, CHIESTA DEROGA PER RISTORO DANNI

La Commissione Politiche agricole della

conferenza Stato-Regioni ha approvato, oggi, la richiesta di

Regione Lombardia al Governo di una deroga alla Legge 102 per

garantire il ristoro dei danni subiti dal comparto apistico

negli ultimi mesi.

POLIZZE ASSICURATIVE, MANCANO QUELLE DEDICATE - "Le polizze per

l'apicoltura sono previste dal Piano nazionale - ha ricordato

l'assessore lombardo all'Agricoltura, Alimentazione e Sistemi

verdi Fabio Rolfi, presente alla seduta -, purtroppo pero', al

momento, non c'e' alcuna compagnia assicurativa che proponga

prodotti dedicati. Per questa ragione, con questo documento,

chiediamo al Ministero, che ha gia' dimostrato sensibilita' su

questo tema, di concedere la deroga".

APICOLTURA IN GINOCCHIO - "Gli eventi atmosferici degli ultimi

mesi hanno messo in ginocchio l'apicoltura lombarda e italiana -

ha sottolineato Rolfi -. Siamo in emergenza. Il miele lombardo e'

sotto attacco a causa della concorrenza sleale sul mercato del

miele sintetico che proviene dall'estero. Non possiamo

permettere ulteriori penalizzazioni per i nostri produttori".

I DATI DI PRODUZIONE - Le condizioni climatiche hanno

determinato nel 2019 rese delle produzioni di miele millefiori e

di acacia nella pianura lombarda da 0 a 5 kg/alveare, di gran

lunga inferiori ai 10 kg/alveare media in Lombardia, e il

completo azzeramento della produzione in collina e in montagna.

Per il miele di acacia questa e' una delle peggiori annate, con

una produzione inferiore del 75 per cento rispetto alla media.

Questa la situazione relativa alla produzione di miele di

acacia, nelle diverse province, quest'anno:

- Pavia, 2-7 kg/alveare in pianura e 0 in collina;

- Cremona e Lodi, 5-7 kg/alveare con rare "punte" massime di 10

kg/alveare;

- Bergamo, 5 kg/alveare in pianura e produzione azzerata in

collina;

- Brescia, 5-7 kg/alveare con rare "punte" massime di 10

kg/alveare in pianura, produzione azzerata in collina;

- Como e Varese, 0-3 kg/alveare;

- Monza Brianza, 0-5 kg/alveare;

- Milano, 3-7 kg/alveare con rare "punte" massime di 10

kg/alveare;

- Mantova, 3-5 kg/alveare in pianura, 2-4 kg/alveare in collina;

- Lecco e Sondrio, nessuna produzione.

Le produzioni medie di miele di acacia nel 2018 (fonte:

Osservatorio Nazionale Miele) erano state di 10-15 kg/alveare

nella pianura Pavese e Bergamasca e di 15-20 kg/alveare in

Brianza, nel fondovalle della Valtellina, nelle basse colline

bresciane e bergamasche, nella provincia di Varese e nell'Alto

Milanese

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MORE ARTICLES



Questo sito utilizza cookies di Sessione, Tecnici e di Profilazione. Cliccando su "OK", questi cookies si attiveranno. Per maggiori informazioni o per eventuali limitazione dei cookie, clicca sul link e visita la nostra apposita sezione.
This website uses Session, Permanent and Third-Party cookies. by clicking on "Ok", these cookies will be enabled. For further informations or for cookie limitation, please click on the link and visit our dedicated section.
Cookie & Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi