ASSEMBLEA CIA, ZINGARETTI: L’ITALIA O SCOMMETTE SU AGRICOLTURA O NON CE LA FA, PARTE D’ITALIA CHE PUO’ SALVARE IL PAESE

"Siamo in un passaggio storico di ricostruzione dell'economia italiana. Il modello di sviluppo alle nostre spalle è fallito e non produce più ricchezza. Siamo alla ricerca di un nuovo modello di sviluppo e dentro questo modello la terra e l'agricoltura devono diventare utili". Così il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti all'assemblea nazionale della Cia in corso a Roma.  La prima cosa da fare all'inizio di una stagione storica come questa è dire grazie a voi agricoltori che avete resistito a difendere il lavoro e il lavoro della terra. Senza questo grande patrimonio oggi l'Italia sarebbe più fragile". Riferendosi al modello di sviluppo agricolo Zingaretti ha sottolineato come l'Italia "o scommette su questa opportunità o non ce la fa". "C'è la crisi ma c'è anche una grande verità che è la nostra speranza. In questo decennio sono aumentate le persone che consumano e che chiedono a noi italiani bellezza, paesaggio, territori, prodotti, qualità del prodotto, certezza del prodotto, e la ricchezza di un patrimonio immenso perché non delocalizzabile".

"Questa grande forza deve portarci a costruire una nuova economia, giusta che ha l'ambizione di produrre ricchezza giusta ed equa" ha rimarcato Zingaretti, sottolineando come  " la sostenibilità ambientale che deve essere il cuore della produzione del futuro. Se vogliamo voltare pagina dobbiamo partire da qui".

"Abbiamo sbagliato - ha continuato il presidente Zingaretti - ad abbandonare la terra e i comuni nelle zone interne, che sono un valore aggiunto per l'Italia e ora vanno riempiti di infrastrutture". "In uno dei momenti più difficili della storia della democrazia italiana - ha continuato Zingaretti -  non bisogna avere paura ma voltare pagina con coraggio e dire che la possibilità di riaccendere i motori del Paese c'è. E' nella parte del mondo che guarda all'Italia delle eccellenze. Se vogliamo voltare pagina dobbiamo stare dalla parte di chi l'ha sempre fatto. E lo dico come presidente che ha dato a oltre 1400 ragazzi il primo testimone di una nuova generazione di agricoltori che grazie ai fondi europei tornano sulla terra per dimostrare che il testimone può passare a una nuova generazione. E' un bene per loro e per noi come sistema Paese. Perché se fallisce questo mondo fallisce l'Italia. Grazie. Non siete solo un settore produttivo attivo: siete parte d'Italia che può salvare il Paese e l'unica promessa che dobbiamo fare è quella di non lasciare mai più soli chi ha dato l'anima per dare alle nuove generazioni una prospettiva degna di questo nome".

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MORE ARTICLES

Questo sito utilizza cookies di Sessione, Tecnici e di Profilazione. Cliccando su "OK", questi cookies si attiveranno. Per maggiori informazioni o per eventuali limitazione dei cookie, clicca sul link e visita la nostra apposita sezione.
This website uses Session, Permanent and Third-Party cookies. by clicking on "Ok", these cookies will be enabled. For further informations or for cookie limitation, please click on the link and visit our dedicated section.
Cookie & Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi