BONIFICA ASSESSORE PAN: IN VENETO 201 MLN PER FAR FRONTE AI CAMBIAMENTI CLIMATICI

"Ci vuole una strategia complessiva per far fronte ai cambiamenti climatici. Il Veneto ha investito  sulle opere di bonifica e di gestione della risorsa idrica attraverso i Consorzi e una agricoltura ‘smart’: sono questi i presupposti di un piano irriguo regionale che prevede investimenti in Veneto per oltre 200 milioni di euro”.

Questa la strategia veneta che l’assessore regionale all’agricoltura e alla bonifica Giuseppe Pan ha presentato oggi a Roma all’incontro nazionale con il ministro per le politiche agricole Maria Teresa Bellanova, le Regioni e ANBI sulla strategia nazionale MIPAAF per il risparmio idrico e la lotta al dissesto idrogeologico.

“Grazie alla sinergia progettuale e tecnica con gli 11 Consorzi di bonifica del territorio – ha sottolineato Pan – la Regione del Veneto sta mettendo in campo il più cospicuo piano di investimenti irriguo degli ultimi dieci anni: 201 milioni di euro, di cui 91 già assegnati ai Consorzi di bonifica, per realizzare 11 interventi  di miglioramento della rete idrica”. I finanziamenti provengono dal Piano di Sviluppo Rurale Nazionale (PSRN) gestito dal Mipaaft, dal Piano Invasi (Ministero Ambiente e Mit) e dal Fondo per le infrastrutture strategiche (gestito da Mise e Mef).

“I Consorzi di bonifica sono protagonista della gestione dell’equilibrio idrogeologico del territorio e degli interventi di risparmio della risorsa idrica – ha aggiunto Pan – Bisogna riuscire a trattenere l'acqua quando abbonda e rilasciarla nel periodi di siccità grazie ad opere come gli invasi in montagna. Fondamentale sarà andare verso un'agricoltura innovativa che utilizzi metodi di risparmio idrico e investa in tecnologie per il riuso dell'acqua.  Grazie al lavoro di squadra svolto dai Consorzi di bonifica, che con progetti pronti e immediatamente cantierabili hanno intercettato i finanziamenti dei piani strategici nazionali, il Veneto potrà affrontare meglio la difficile partita della gestione dell’acqua”.

“Resta tuttavia da sciogliere il nodo dei tempi di realizzazione – ha concluso Pan – Non è possibile che ci vogliano anni per realizzare infrastrutture pubbliche indispensabili per la salvaguardia del territorio e delle attività umane”.

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MORE ARTICLES



Questo sito utilizza cookies di Sessione, Tecnici e di Profilazione. Cliccando su "OK", questi cookies si attiveranno. Per maggiori informazioni o per eventuali limitazione dei cookie, clicca sul link e visita la nostra apposita sezione.
This website uses Session, Permanent and Third-Party cookies. by clicking on "Ok", these cookies will be enabled. For further informations or for cookie limitation, please click on the link and visit our dedicated section.
Cookie & Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi