CARETTA (FDI): GOVERNO SI IMPEGNI NELLA TUTELA DELLA PRODUZIONE DI KIWI OGGI A FORTE RISCHIO

"La produzione italiana di kiwi è a forte rischio a causa di una malattia che sta colpendo l'apparato radicale della pianta e che si sta diffondendo a macchia d'olio su tutto l'agro pontino, una delle principali zone di produzione delle piante di actinidia. Assieme ai colleghi Francesco Lollobrigida e Monica Ciaburro ho presentato in commissione Agricoltura della Camera dei Deputati una risoluzione che mira ad impegnare il Governo affinché tuteli la produzione di kiwi italiana e che è importante sottolineare fa dell'Italia il maggior esportatore al mondo, con un giro di affari pari a oltre 500 milioni di euro. La soluzione del problema non può essere demandata ai singoli enti territoriali, ma necessita di una cabina di regia a livello nazionale, che deve prevedere un'attività di monitoraggio dell'emergenza, un fondo per la ricerca delle cause scatenanti della moria, oltre a tavoli di concertazione con tutti i soggetti istituzionali interessati, a livello regionale, nazionale ed europeo. La velocità con cui si sta diffondendo la malattia impone di prendere iniziative in tempi rapidissimi e i produttori di kiwi nazionale attendono risposte chiare e risolutive da parte del Governo prima che un comparto così importante dell'agricoltura italiana si ritrovi a dover fare i conti con una crisi irreversibile".

E' quanto dichiara l'on. Maria Cristina Caretta, deputata di Fratelli d'Italia

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MORE ARTICLES



Questo sito utilizza cookies di Sessione, Tecnici e di Profilazione. Cliccando su "OK", questi cookies si attiveranno. Per maggiori informazioni o per eventuali limitazione dei cookie, clicca sul link e visita la nostra apposita sezione.<br/>This website uses Session, Permanent and Third-Party cookies. by clicking on "Ok", these cookies will be enabled. For further informations or for cookie limitation, please click on the link and visit our dedicated section.<br/> Cookie & Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi