CENTINAIO IN AUDIZIONE: SFIDA E’ PAC. REINTRODURRE VOUCHER, TAVOLO CON DI MAIO. SINERGIA CON TURISMO. FERMO PESCA QUASI PRONTO

Il ministro delle Politiche agricole Gian Marco Centinaio non ha dubbi in audizione delle commissioni Agricoltura di Camera e Senato nel presentare le linee programmatiche del ministero: "La sfida principale dei prossimi mesi è rappresentata dalla prossima riforma della Pac su cui la Commissione ha presentato le prime proposte di regolamento il 1° giugno scorso. Un negoziato complesso e articolato, le cui discussioni si svolgeranno in parallelo con quelle sul prossimo quadro finanziario pluriennale 2021-27 e sulla Brexit, a cui la riforma sarà strettamente legata".

"Una prima riunione del Consiglio dei ministri dell'agricoltura è stata già dedicata all'esame della proposta: in tale contesto, ho colto immediatamente l'occasione per evidenziare alcune criticità, in particolare per quanto concerne la capacità della Pac di soddisfare le aspettative dei nostri agricoltori, dei consumatori e dei cittadini europei. Un'ulteriore discussione in Consiglio dei Ministri a Bruxelles, in particolare sugli aspetti della semplificazione e sussidiarietà, è calendarizzata per il prossimo 16 luglio". Il ministro spiega che la "proposta non è all'altezza delle sfide da affrontare, perché non tutela sufficientemente il reddito degli agricoltori, sia per i tagli di bilancio, sia per la mancanza di solidi meccanismi di protezione dei settori più esposti alla volatilità dei mercati. I tagli alla Pac incidono in modo consistente sul sistema agroalimentare e danno un segnale politico sbagliato. Il rischio è che venga disconosciuto il valore del contributo che il territorio rurale assicura alla società, per di più in un momento in cui volatilità dei prezzi, crisi internazionali e variabilità climatica minano il nostro settore primario".

Secondo il ministro, inoltre, agricoltura e turismo possono operare in sinergia: "Abbiamo alcune delle migliori produzioni al mondo, rispettiamo disciplinari rigorosi, i nostri territori sono tra i più curati in Europa, ma tutto questo da solo non basta. Le nostre aziende hanno bisogno di un ministero che sappia accompagnare quelle azioni 'orizzontali' dove c'è bisogno di fare sistema”, prosegue. Quindi marketing territoriale. “Intendo scelte che possano togliere il freno alla crescita dei nostri territori dal punto di vista produttivo, occupazionale, turistico. Queste tre chiavi devono correre insieme. Presentare al mondo il patrimonio nazionale attraverso l'abbinamento di agricoltura e turismo è strategico per dare ai giovani una speranza in questo settore. I margini economici sulla produzione, infatti, sono sempre più ridotti, anche a causa della competizione internazionale. Serve quindi puntare sulla multifunzionalità, su più elementi di diversificazione delle fonti integrative di reddito delle aziende agricole". "Per potenziare questo aspetto - sottolinea ancora il ministro - abbiamo voluto con forza legare le competenze del ministero delle Politiche agricole a quelle del Turismo. Concretamente siamo già al lavoro anche per lo sviluppo degli strumenti di progettazione territoriale, come i distretti del cibo. Un decreto li renderà operativi e creerà anche il primo Registro nazionale dei distretti del cibo riconosciuti dalle Regioni. Puntiamo a dare sostegno a chi aggrega e costruisce progetti di investimento che vedano uniti Istituzioni locali e soggetti privati nel rilancio delle nostre aree agricole".

Poi il capitolo voucher: "Si', l'intenzione c'è”, ha ribadito. “Abbiamo posto sul tavolo del ministro Di Maio una proposta semplice, che arriva dopo le richieste che giungono dalle associazioni di categoria: è un modo per legalizzare il lavoro" afferma poi il ministro dell'Agricoltura interpellato a Montecitorio sull'eventualità di reintrodurre i voucher, a partire dal settore di sua competenza. Per quanto riguarda l’eventualità di un nuovo referendum per l'abolizione, Centinaio osserva che "non abbiamo timore di un nuovo referendum. L'abolizione dei voucher e' stata un errore, dovevamo modificarli nel migliore dei modi perché sono uno strumento che serve a dare la possibilità di lavorare".

I voucher sono dunque sulla scrivania del ministro Di Maio: “è un argomento a cui noi teniamo, non è della Lega o di Forza Italia, è una cosa che tutte le associazioni di categoria in agricoltura ci stanno chiedendo" ha poi affermato il ministro a margine dell'audizione con le commissioni di Camera e Senato. "Le associazioni ci stanno dicendo che i voucher in agricoltura servono - ha osservato -, nessuna forza politica ha detto assolutamente no, a livello sindacale c'è stata solo la Cgil che si è detta contraria. L'obiettivo dei voucher è quello di legalizzare il lavoro che in questo momento è sommerso, e di conseguenza permettere agli imprenditori di avere uno strumento in più per poter lavorare alla luce del sole, non si vogliono creare schiavi". Un discorso diverso vale per l'eventuale reintroduzione per il turismo. "Sull'agricoltura sono convinto al 100% - ha sottolineato -, sul discorso del turismo da alcune parti si sono dichiarati disponibili a ragionarci. Io sono dell'idea che se già riesco a portarli a casa sull'agricoltura sono contentissimo, se poi Di Maio ci fa anche il favore di inserirli per il turismo sono il ministro più felice del mondo".

Poi il Fermo Pesca: "Le richieste del settore sono state ricevute e saranno accolte nella maggior misura possibile sulla base di un consenso generale - ha detto Centinaio - Il fermo si applicherà per 30/45 giorni fra il mese di luglio e il mese di ottobre, a seconda delle aree". Il ministro ha inoltre annunciato l'aumento delle quote di cattura del tonno rosso per la campagna 2018. "Il contingente assegnato all'Italia è pari a 3.894,13 tonnellate, con un incremento (deciso in sede ICCAT) rispetto al 2017, di circa 590 tonnellate".

 

 

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MORE ARTICLES

Questo sito utilizza cookies di Sessione, Tecnici e di Profilazione. Cliccando su "OK", questi cookies si attiveranno. Per maggiori informazioni o per eventuali limitazione dei cookie, clicca sul link e visita la nostra apposita sezione.
This website uses Session, Permanent and Third-Party cookies. by clicking on "Ok", these cookies will be enabled. For further informations or for cookie limitation, please click on the link and visit our dedicated section.
Cookie & Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi