CENTINAIO REPLICA A MARTINA: MAURIZIO PERCHÉ TI SVEGLI ORA E NON HAI AVUTO QUESTE IDEE BRILLANTI QUANDO FACEVI FINTA DI FARE IL MINISTRO?

Martina critica il lavoro del ministero e propone un disegno di legge di rilancio dell’agricoltura. Caro Maurizio hai fatto finta di fare il Ministro per 5 anni e ti svegli ora? Perche queste idee brillanti non le hai fatte quando potevi?". Lo scrive il ministro delle Politiche agricole Gian Marco Centinaio in replica alle dichiarazioni di Maurizio Martina in conferenza stampa Pd ieri alla Camera nel corso della quale il partito democratico ha presentato una proposta di legge.

Qui di seguito per saperne di più:

MARTINA: “CON QUESTO GOVERNO AGRICOLTURA NON È PIÙ PRIORITÀ. DECRETO EMERGENZA INSUFFICIENTE, GUARDARE A POLITICHE DI PREVENZIONE”

Posted by Redazione × Pubblicato il 11/04/2019 at 18:40

“Questa legislatura consegna l’agricoltura italiana fuori dalle priorità del governo ed è un problema evidente del settore, che è stato ormai spinto ai margini della discussione politica”. Queste le dure parole dell’ex ministro delle Politiche Agricole, Maurizio Martina, sul corso dell’attuale governo in tema di agricoltura.

“Il grado di centralità e importanza del settore non si misura dal numero di tweet e fotografie davanti un piatto, ma dalle risorse destinate a quel settore e dagli interventi svolti. Il problema c’è e va sottolineato, ha proseguito Martina. Stiamo inoltre vivendo un passaggio particolare che determinerà lo scenario futuro, pensiamo alla questione europea della Pac e al fenomeno dei cambiamenti climatici, i quali entrano in modo radicale nel panorama italiano. Il Decreto Emergenza appare quindi insufficiente, perché ci troviamo di fronte a degli interventi che si consumano dopo i fatti e manca invece totalmente una strategia e una politica di prevenzione. Bene poi che il Pd abbia messo in chiaro questa proposta per vietare le aste a doppio ribasso. Si tratta di una proposta di legge che mette un punto fermo”

Tre gli articoli dell’emendamento Martina, presentato nel corso della conferenza stampa sulla proposta di legge Pd contro le aste al ribasso.

L’articolo 1 prevede un “riferimento ai criteri e ai metodi di determinazione del prezzo. Tali criteri tengono conto di uno o più indicatori relativi ai costi di produzione pertinenti in agricoltura e all’evoluzione di tali costi”.

L’articolo 2 prevede che “per verificare che i prezzi fissati nei contratti non siano particolarmente iniqui o palesemente al di sotto dei costi di produzione, venga istituito l’Osservatorio dei prezzi e dei costi agroalimentari presso l’Ismea”.

L’articolo 3 prevede che “per l’attuazione dell’articolo 2 Ismea utilizzi le risorse proprie”.

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MORE ARTICLES

Questo sito utilizza cookies di Sessione, Tecnici e di Profilazione. Cliccando su "OK", questi cookies si attiveranno. Per maggiori informazioni o per eventuali limitazione dei cookie, clicca sul link e visita la nostra apposita sezione.
This website uses Session, Permanent and Third-Party cookies. by clicking on "Ok", these cookies will be enabled. For further informations or for cookie limitation, please click on the link and visit our dedicated section.
Cookie & Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi