CENTINAIO, UNAPROL: RISPETTARE GLI IMPEGNI PRESI SULL’OLIVICOLTURA

Una delegazione di Unaprol ha incontrato oggi a Bari il Ministro dell’Agricoltura Gian Marco Centinaio per fare il punto sulla drammatica situazione dell’olivicoltura pugliese che ha fatto registrare nel 2018 un crollo della produzione con conseguenze disastrose sul fronte economico, occupazionale e ambientale. A preoccupare è anche il rischio frodi, con prodotto straniero spacciato per italiano.

 

“I dati diffusi il 7 aprile dal Crea hanno certificato che ci troviamo di fronte alla più bassa produzione degli ultimi 25 anni con 175mila tonnellate e un calo complessivo del 59,2% - spiega David Granieri, presidente Unaprol – La Puglia regione leader per quantitativi, con circa metà della produzione italiana, è quella che ha pagato il prezzo più caro, con una diminuzione del 65%. A gennaio abbiamo presentato al ministro Centinaio il Piano Salva Olio, con 10 proposte per rilanciare il settore, dal Piano olivicolo nazionale 2.0 alle risorse per il Fondo di solidarietà nazionale, dagli interventi per la Xylella alla difesa del panel test. Dopo 4 mesi di incontri, sit-in e iniziative, è il momento che dalle parole si passi ai fatti e che gli impegni presi vengano rispettati. Per uscire dall’emergenza servono programmazione, fondi adeguati e iter burocratici più snelli. Per questo ho chiesto una deroga nelle procedure di assunzione della manodopera e l’utilizzo del regolamento UE n. 702 del 2014 che disciplina gli aiuti di Stato nel settore agricolo. Bisogna puntare sulla ripresa della produttività e sul contrasto alla Xylella, concedendo incentivi per la rottamazione dei frantoi obsoleti e per l’efficientamento di quelli esistenti, oltre alla possibilità di indennizzi per chi ha visto ridotto il proprio reddito alla possibilità di dare un indennizzo a chi ha ridotto il proprio reddito”.

 

All’incontro ha partecipato anche Carlo Barnaba, consigliere Unaprol: “Purtroppo di certo e concreto non c’è ancora nulla, il ministro Centinaio ci ha garantito che nei prossimi giorni ci saranno novità. Sono mesi che ascoltiamo buoni propositi, ma il tempo passa e il territorio è in grande sofferenza. L’unica notizia veramente positiva è di ieri e riguarda il dissequestro dell’albero infetto da Xylella a Monopoli”.

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MORE ARTICLES

Questo sito utilizza cookies di Sessione, Tecnici e di Profilazione. Cliccando su "OK", questi cookies si attiveranno. Per maggiori informazioni o per eventuali limitazione dei cookie, clicca sul link e visita la nostra apposita sezione.
This website uses Session, Permanent and Third-Party cookies. by clicking on "Ok", these cookies will be enabled. For further informations or for cookie limitation, please click on the link and visit our dedicated section.
Cookie & Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi