CIA, DA ESODO RURALE A RITORNO IN CAMPAGNA PRESENTATO IL LIBRO ‘ITALIA CONTADINA’

E’ stato presentato a Roma - presso la sede della Cia-Agricoltori Italiani - il libro “Italia contadina” (Aracne editrice), di Rossano Pazzagli e Gabriella Bonini, un racconto del nostro Paese a partire dagli anni Cinquanta alla scoperta della qualità dei cibi, della bellezza del paesaggio, di un diffuso patrimonio territoriale che ha generato valori economici e culturali.

“Il tema che più mi ha colpito è quello legato alla questione sociale di cui si parla nella prima parte del libro, l’esodo dei contadini verso le città industrializzate”, ha sottolineato il presidente della Cia, Dino Scanavino, illustrando il volume. “Ho il ricordo dell’esodo dei piemontesi verso la Fiat: la Fiat ha spopolato le campagne piemontesi. Laddove c’è stata invece un’industria più lungimirante, ovvero che legava la sua attività al contesto locale, ci sono stato casi di maggior successo. Ferrero per esempio ha preteso che i contadini non andassero a vivere ad Alba, perché aveva capito che quel sistema era propedeutico al successo della propria impresa, e oggi le Langhe sono diventate uno dei territori più famosi al mondo”.

Un lavoro che parte dall’analisi di quanto accadde dalla metà del Novecento con l’esodo rurale e i cambiamenti del paesaggio, che sono stati i segni più eloquenti di una grande trasformazione che ha privilegiato l’industria e la città, spezzando i legami con il territorio e marginalizzando il mondo rurale. Specialmente le aree interne, il lavoro e le imprese contadine hanno pagato un prezzo altissimo al boom economico. Oggi, nell’orizzonte della crisi strutturale del modello di sviluppo, è venuto il tempo di riannodare i fili con la storia rurale del Paese, di riprendere la strada della campagna.

Il volume propone una sintesi del declino del settore agricolo e apre uno squarcio di luce sulle possibilità di rinascita del mondo rurale, tra abbandoni e ritorni. È l’invito a un nuovo protagonismo e a una ritrovata dignità dell’Italia contadina e, quindi, degli imprenditori agricoli.

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MORE ARTICLES

Questo sito utilizza cookies di Sessione, Tecnici e di Profilazione. Cliccando su "OK", questi cookies si attiveranno. Per maggiori informazioni o per eventuali limitazione dei cookie, clicca sul link e visita la nostra apposita sezione.
This website uses Session, Permanent and Third-Party cookies. by clicking on "Ok", these cookies will be enabled. For further informations or for cookie limitation, please click on the link and visit our dedicated section.
Cookie & Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi