CIA PRESENTA ‘BRACIAMI ANCORA”, RIPRENDERSI IL PROPRIO TEMPO E SOCIALIZZARE

Riprendersi il proprio tempo e socializzare. Ecco cosa si nasconde dietro a un barbecue di carne. Senza dimenticare la missione di chi si dedica alla griglia  cucinando per gli altri.  Storie, aneddoti, testimonianze e viaggi nel tempo alla scoperta della tribù del barbecue. Questo è "Braciami ancora", il libro del giornalista Michele Ruschioni che Cia-Agricoltori Italiani ha presentato a Roma all'Auditorium"Giuseppe Avolio". Su questo tema e sulle nuove tendenze hanno dialogato con I'autore, moderati da Nerina Di Nunzio, Food Confidential Founder; il presidente llazionale Cia, Dino Scanavino; Carlo Siciliani, presidente Uniceb; Paolo Marchetti, ordinario di oncologia Università"La Sapienza"dl Roma e Antonio Gaudioso, segretario generale di Cittadinanzattiva.

L'idea del libro parte dall'omonimo magazine online e della pagina facebook che ha totalizzato oltre settecentomila fan. Il progetto editoriale "Braciami ancora" rappresenta la rivincita dei grigliatori, dei divora hamburger e degli amanti della blistecca cotta su griglie infuocate. Al di là delle mode  vegane, bypassando la cucina gourmet, facendo spallucce ai consigli degli chef che spopolano in televisione, cresce - come racconta I'autore - la comunità di persone che ama questo tipo  di cucina, ruspante e meravigliosamente informale. Un cibo cotto alla griglia, con il suo ipnotico sfrigolio e I'inconfondibile aroma che conquista le narici di tutti. "Il fuoco per me ha rappresentato un'evoluzione per l'essere umano consentendo ai cibi di essere più digeribili. Non solo. Attorno alla griglia c'è tutto un discorso di socializzazione che non possiamo fare attorno a un forno a microonde".

Il libro di Ruschloni è, insomma, un elogio al potere del barbecue che guida alla riscoperta di istinti, usanze e costumi. Un invito, anche, a condividere una riflessione alternativa sul consumo di carne e sul suo apporto per un'alimentazione sana e completa. "Gli agricoltori e la cucina contadina ci insegnano da sempre - ha commentato

presidente nazionale Cia, Dino Scanavino - quanto sia importante preservare un giusto mix tra cibo sano e tradizioni. Con questo bagaglio d'esperienza è oggi importante che parta anche dagli Agricoltori Italiani, il dialogo e il confronto con esperti e attenti osservatori

della realtà soprattutto per quel che riguarda le abitudini alimentari, affinché tendenze e innovazioni rappresentino sempre un valore aggiunto a tutela della qualità delle materie prime".

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MORE ARTICLES

VIVITE, SALVINI: IN EUROPA MADE IN ITALY OBBLIGATORIO SU TUTTI I PRODOTTI. IL VIDEO

VIVITE, SALVINI: IN EUROPA MADE IN ITALY OBBLIGATORIO SU TUTTI I PRODOTTI. IL VIDEOPRODUTTORI PIU FORTI GRAZIE A COOPERAZIONE. MERCURI: PER TOP COOPERATIVE EXPORT +44% IN 5 ANNI

“In nessun altra parte al mondo si beve e si lavora bene come in Italia rispettando l’ambiente, la produzione e i consumatori.” Parole del ministro dell’interno e vicepresidente del consiglio Matteo Salvini che ha fatto visita a Vivite, il festival del vino cooperativo a Milano. “Per questo motivo la prossima […]

Questo sito utilizza cookies di Sessione, Tecnici e di Profilazione. Cliccando su "OK", questi cookies si attiveranno. Per maggiori informazioni o per eventuali limitazione dei cookie, clicca sul link e visita la nostra apposita sezione.
This website uses Session, Permanent and Third-Party cookies. by clicking on "Ok", these cookies will be enabled. For further informations or for cookie limitation, please click on the link and visit our dedicated section.
Cookie & Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi