CINESI IN VALLE CAMONICA, SFIDA SUGLI SCI PER PROMUOVERE IL TURISMO

print

Si chiama ‘Montagne ed imprese per un futuro internazionale’, fa parte del più ampio progetto ‘Italy bus travelling’ e coinvolge un gruppo di sciatori  cinesi che parteciperanno ad uno slalom gigante sulle piste di Ponte di Legno il prossimo 9 febbraio. Il progetto è stato presentato a Palazzo Pirelli dal vicepresidente della Regione Lombardia e assessore alla Ricerca, Innovazione, Università, Export e Internazionalizzazione Fabrizio Sala, dall’assessore regionale  al Turismo, Marketing territoriale e Moda  Lara Magoni, dal sindaco di Ponte di Legno Ivan Faustinelli e Shu Luomei in rappresentanza del Consolato generale della Repubblica popolare cinese a Milano.

Sala: “importante evento per cultura, turismo ed economia”

“Un evento – ha sottolineato il vicepresidente – che avvicina Lombardia e Cina,un appuntamento importante non solo da un punto di vista culturale ma anche economico visto l’indotto che porterà a Ponte di Legno e tutto il comprensorio di Adamello Ski. L’obiettivo è promuovere le nostre splendide montagne per un processo di internazionalizzazione che coinvolgerà anche le imprese del territorio,con una ricaduta economica che giova a tutta la Valle Camonica. È un modo per avvicinare anche i tanti turisti cinesi in proiezione delle Olimpiadi Milano-Cortina 2026,facendo conoscere i nostri luoghi paesaggisticamente senza eguali”.

Percorso tra musei, arte, moda e sapori

Italy bus travelling è un programma strategico  messo a punto tra Italia e Cina e che prevede una serie di tappe  per scoprire le bellezze dell’Italia  e offrire ai turisti cinesi la possibilità di arrivare in Italia e visitare le Regioni della penisola attraverso un percorso guidato  tra cultura, musei, turismo, artigianato, cibo, moda, design e shopping. Ponte di Legno, all’interno di questo progetto, promuove l’evento ‘Montagne ed imprese per un futuro internazionale’ che prevede, appunto, il coinvolgimento  di un gruppo di sciatori cinesi ed uno italiano che si confronteranno in uno slalom gigante.

Magoni: “sinergie tra le due realtà sta portando risultati notevoli”

“Il mercato cinese  – ha detto l’assessore Magoni – è molto importante per la Lombardia e la sinergia tra le due realtà sta portando a risultati notevoli da un punto di vista economico e sociale. Basti pensare che le presenze turistiche di cinesi in Italia hanno toccato quota 5 milioni: di questi, ben 1 milione hanno scelto per le loro vacanze la Lombardia. Il turismo invernale rappresenta per la Cina un settore in forte sviluppo, tant’è vero che proprio di recente nel Paese asiatico hanno aperto ben 39 nuove stazioni sciistiche. Ben vengano, dunque, i turisti cinesi nelle nostre splendide montagne, a cominciare dalla Valle Camonica. D’altronde, gli sport invernali per la Cina sono ormai nevralgici, visto che nel 2022 a Pechino si terranno le Olimpiadi invernali. Da quell’ appuntamento potrà nascere un ponte tra Cina e Lombardia anche in vista delle Olimpiadi Milano Cortina del 2026, a dimostrazione che l’interazione è sempre più proficua, all’ insegna della montagna, dell’impresa e del futuro”.

Caparini: nostra capacità di innovare molto apprezzata dai cinesi

“Da tempo il territorio della Valle Camonica – ha chiosato l’assessore al Bilancio, Finanza e Semplificazione, il camuno Davide Caparini, commentando l’incontro di oggi – si interfaccia e collabora con realtà provenienti dalla Cina. In particolar modo questo confronto riguarda il settore delle imprese. In Lombardia i cinesi trovano quell’intraprendenza, quell’organizzazione e quella capacità di innovazione che altrove faticano a riconoscere. Chi, come noi, è abituato a competere ogni giorno, fa di questo modo d’agire una virtù che ci rende sempre più competitivi a livello internazionale in ogni ambito in cui ci muoviamo e ci confrontiamo”.

Il Comprensorio sciistico Ponte di Legno – Tonale dispone di 28 impianti di risalita, dotati di un sistema di innevamento programmato, per un totale di 100 km di piste, adatte per ogni tipo di sciatore, una nuova cabinovia che permette di raggiungere in poco tempo i 3.000 metri del Passo Presena con  vista sulle montagne dell’Adamello e si pone l’obiettivo di promuovere il suo territorio  attraverso un processo di internazionalizzazione che coinvolge imprese e turismo. Lo scorso anno, sempre nell’ambito del progetto ‘Montagne e imprese’, sono stati staccati 500 skipass  per sciatori cinesi, quest’anno le prenotazioni sono già arrivate a tremila