COLDIRETTI, PRANDINI PRESIDENTE. BERTINELLI, GRANIERI E MASIELLO I VICE

coldiretti made in italyEttore Prandini, 46 anni, lombardo con tre figli, e' il nuovo presidente nazionale di Coldiretti. E' stato eletto all'unanimita' dall'Assemblea dei delegati di tutte le regioni riunita presso Palazzo Rospigliosi a Roma, sede della maggiore organizzazione di imprese agricole d'Italia con 1,6 milioni di associati. Laureato in giurisprudenza, Prandini guida un'azienda zootecnica di bovini da latte e gestisce un'impresa vitivinicola con produzione di Lugana. Dal 2006 e' alla guida della Coldiretti Brescia mentre dal 2012 e' al vertice della Coldiretti Lombardia. Dal 2013 e' inoltre vice presidente dell'Associazione italiana allevatori e presidente dell'Istituto sperimentale italiano "L. Spallanzani". E' stato eletto presidente nazionale di Coldiretti dopo aver ricoperto per quattro anni la carica di vice presidente nazionale. "In un momento cosi' importante con sfide e cambiamenti per il nostro Paese, l'agroalimentare Made in Italy rappresenta una certezza da cui partire per far crescere economia ed occupazione ma anche per tutelare l'ambiente, il territorio e la sicurezza dei cittadini", ha spiegato Prandini, aggiungendo: "Gli agricoltori stanno facendo la loro parte ma possiamo e dobbiamo dare di piu' creando le condizioni per garantire reddito alle imprese, rilanciando un sistema in grado di offrire prezzi piu' giusti alla produzione, meno burocrazia e maggiore competitivita', a partire da una politica di accordi di libero scambio che non penalizzino i nostri prodotti a livello internazionale fino a una legge comunitaria per l'etichettatura d'origine che garantisca vera trasparenza e liberta' di scelta ai consumatori".

Prandini ha preso il timone di una organizzazione che conta oggi circa 1,6 milioni di associati e rappresenta la maggioranza delle imprese che operano nell'agricoltura italiana, che la rendono la piu' grande organizzazione agricola italiana ed europea a cui fanno capo circa il 70% degli iscritti alle Camere di Commercio tra le organizzazioni di rappresentanza. La Coldiretti e' anche la prima organizzazione agricola datoriale come numero di imprese che assumono manodopera. La sua diffusione e' capillare su tutto il territorio nazionale: 20 federazioni regionali, 95 federazioni interprovinciali e provinciali, 853 Uffici di Zona e 4.143 sezioni comunali. In pratica, l'organizzazione e' presente in quasi ogni comune del nostro Paese. Del sistema Coldiretti fa parte, tra l'altro, Creditagri Italia, la prima 'banca' degli agricoltori italiani e la Fondazione Campagna Amica della quale fanno parte 7.502 fattorie, 1.187 mercati, e 2.352 agriturismi ai quali si aggiungono botteghe, ristoranti e orti urbani, per un totale di oltre 8.200 punti vendita. Ettore Prandini sara' affiancato dalla nuova giunta confederale composta dai tre vice presidenti Nicola Bertinelli (Emilia Romagna) e David Granieri (Lazio) e Gennaro Masiello (Campania) oltre che da Maria Letizia Gardoni (Marche), Francesco Ferreri (Sicilia), Daniele Salvagno (Veneto), Savino Muraglia (Puglia) e Roberto Moncalvo (Piemonte). Si tratta della giunta piu' giovane di sempre con un'eta' media di 41 anni e 9 mesi, poco superiore a quella media dei presidenti delle Federazioni Coldiretti sul territorio che e' di 43 anni e 10 mesi, anch'essa la piu' bassa della storia

Era stato scritto:

COLDIRETTI, MONCALVO LASCIA. ELEZIONI IL 7: PRANDINI PRESIDENTE E BERTINELLI VICE

coldiretti made in italyMoncalvo lascia la presidenza nazionale della Coldiretti dopo cinque anni come previsto dallo Statuto, modificato ad inizio mandato per volonta' sua e di tutta la Giunta, per favorire e garantire il rinnovamento continuo della maggiore Organizzazione agricola Europea che conta su 1,6 milioni di associati in Italia, scrive in una nota la Coldiretti. Da quanto apprende AGRICOLAE sarà Ettore Prandini, già membro di giunta, a prendere la poltrona apicale a Palazzo Rospigliosi, mentre la vicepresidenza - in un primo momento destinata a Francesco Vincenzi, attuale presidente Anbi, dovrebbe andare a Nicola Bertinelli, già presidente di Coldiretti Parma e Coldiretti Emilia Romagna. Infatti da statuto per ambire alla vicepresidenza occorre passare prima per una presidenza regionale o provinciale.
Nato l'8 agosto 1980 e residente a Settimo Torinese, - prosegue la nota Coldiretti - Roberto Moncalvo da neolaureato in Ingegneria al Politecnico di Torino, ha preferito impegnarsi nell'azienda agricola familiare con innovazioni tecniche, gestionali e di orientamento produttivo. E' stato il piu' giovane presidente dalla nascita della Coldiretti. In cinque anni sotto la sua guida Coldiretti ha raggiunto risultati preziosi per le campagne italiane e, piu' in generale, ha visto crescere il proprio prestigio e la propria forza, sulla scena pubblica nazionale ed internazionale. Moncalvo continuera' il suo impegno nell'Organizzazione, dove e' entrato a far parte dal 1996 nel Movimento Giovanile, con l'elezione a presidente della Coldiretti Piemonte per i prossimi 5 anni e mantiene l'impegno a livello internazionale con la carica di Vice presidente del Copa Cogeca, l'organizzazione di rappresentanza degli agricoltori e delle loro cooperative a livello europeo. "Quando ho iniziato il mio mandato, sapevo soltanto che i cinque anni successivi sarebbero serviti per preparare la strada a una migliore Coldiretti e a chi sarebbe venuto dopo di me, ma mai avrei immaginato che sarebbero stati cosi' 'straordinari'.
A 33 anni sono diventato il fortunato 'capitano' di una formidabile squadra che e' andata a cogliere una molteplicita' di successi. Oggi lascio una Coldiretti piu' forte ed una agricoltura piu' autorevole nella societa'. Ora sono stato 'chiamato' dalla mia regione, il Piemonte e ci torno con l'orgoglio e la determinazione di restituire almeno in parte quanto mi e' stato donato e l'esperienza accumulata in questi anni", ha dichiarato Moncalvo al Consiglio Nazionale che, per le ore 9,30 di mercoledi' prossimo 7 novembre al centro Congressi Rospigliosi nella sede della Coldiretti in via XXIV Maggio 43, ha convocato l'Assemblea elettiva con gli agricoltori provenienti dalle campagne di tutte le regioni e i movimenti dei giovani, delle donne e dei pensionati per eleggere il nuovo presidente della Coldiretti.

 

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MORE ARTICLES

Questo sito utilizza cookies di Sessione, Tecnici e di Profilazione. Cliccando su "OK", questi cookies si attiveranno. Per maggiori informazioni o per eventuali limitazione dei cookie, clicca sul link e visita la nostra apposita sezione.
This website uses Session, Permanent and Third-Party cookies. by clicking on "Ok", these cookies will be enabled. For further informations or for cookie limitation, please click on the link and visit our dedicated section.
Cookie & Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi