CONFAGRICOLTURA PUGLIA: TRASPORTI NON DI LINEA: CON ORDINANZA 266 MONDO AGRICOLO PUO AFFRONTARE STAGIONE RACCOLTI

“La Regione si è finalmente espressa in materia di trasporto non di linea, tema che in questi giorni di emergenza coronavirus ha creato non pochi problemi alle aziende e ai braccianti agricoli”. È quanto sostiene Luca Lazzàro, presidente di Confagricoltura Puglia, all’indomani del varo dell’ordinanza della Regione n. 266 - disposizioni in materia di trasporto non di linea - noleggio con conducente per i servizi atipici.

Sino al 14 luglio 2020​, e fermo restando l’obbligo di usare mascherine nei luoghi confinati aperti al pubblico inclusi i mezzi di trasporto, l’ordinanza consente il trasferimento di gruppi di lavoratori che comunemente condividono lo stesso luogo di lavoro riducendo ​la distanza interpersonale a bordo, ai fini di un maggiore indice di riempimento dei mezzi. I limiti sono: l’uso delle protezioni delle vie respiratorie; divieto di far salire a bordo soggetti con febbre (temperatura >37,5 C°) o sintomi respiratori; garanzia dell’apertura dei finestrini o di altre prese d’aria naturale per il ricambio dell’aria; esclusione del posizionamento dei passeggeri faccia a faccia, evitando comunque che vengano occupati posti vicino al conducente.

Il provvedimento è stato sollecitato più volte dall’organizzazione sindacale.

A maggio scorso, il presidente di Confagricoltura Puglia aveva scritto sia al presidente della Regione chiedendo una soluzione in previsione “delle grandi campagne di raccolta di prodotti agricoli” e sia ai prefetti pugliesi, sollecitando anche in questo caso una soluzione per evitare il blocco dei lavori nei campi e nelle aziende.

“La nostra organizzazione ha chiesto in più occasioni un intervento del presidente Michele Emiliano, della Regione Puglia e dei prefetti su questa materia – precisa Lazzàro -  Nei mesi e nei giorni scorsi le aziende agricole hanno sofferto l’incertezza normativa e la farraginosa gestione degli spostamenti della manodopera, e queste problematiche sono ricadute inevitabilmente anche sui braccianti. Oggi, con questa ordinanza che comunque prevede l’uso di precauzioni e il distanziamento sociale lì dove possibile, gli agricoltori e i braccianti agricoli possono affrontare con maggiore serenità la stagione pugliese dei grandi raccolti”.

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MORE ARTICLES



Questo sito utilizza cookies di Sessione, Tecnici e di Profilazione. Cliccando su "OK", questi cookies si attiveranno. Per maggiori informazioni o per eventuali limitazione dei cookie, clicca sul link e visita la nostra apposita sezione.<br/>This website uses Session, Permanent and Third-Party cookies. by clicking on "Ok", these cookies will be enabled. For further informations or for cookie limitation, please click on the link and visit our dedicated section.<br/> Cookie & Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi