CONFAGRICOLTURA, SALVINI: GOVERNO MAI MESSO IN DUBBIO. PER AZIENDE MADE IN ITALY SERVE SHOCK FISCALE. BENE CENTINAIO. VIDEO

"Mai smesso di governare insieme a Di Maio. Dopo il 26 maggio non cambierà nulla, continueremo a governare insieme". Non ha dubbi il vicepremier e leader della Lega Matteo Salvini dal palco dell'assemblea di Confagricoltura Coltiviamo l'Europa a Milano. Per quanto riguarda l'agricoltura italiana, secondo Salvini, "serve un governo stabile e vogliamo andare avanti altri 4 anni in questa direzione".

Salvini è chiaro: all'Italia deve andare un posto da Commissario economico, al mercato interno, o un commissario che conti. Oppure all’agricoltura. "O cambiano questi numeri o l’Europa non avrà mai il nostro voto. L’Europa è un sogno che sta morendo".

Pensiamo alla pesca. L'Europa si è trasformata in una serie di vincoli e numeri" invece che di "utili informazioni". Ma al contempo "le regole dell’Europa non funzionano, per questo occorre cambiarle". Salvini insiste: "Cambiare vincoli dei limiti europei, il paese non può correre se non facciamo questo".

"Non è normale che dialoghiamo con paesi che non rispettano i diritti sociali, mentre le nostre aziende sono messe sotto la lente d’ingrandimento sugli stessi argomenti", precisa.

"Pensiamo al riso cambogiano, la nostra produzione era calata vertiginosamente perché non si può competere con chi non rispetta i diritti fondamentali dei lavoratori e utilizza metodi schiavisti. Alla fine siamo tornati ai dazi, ma abbiamo perso tempo".

Finora l'Italia, secondo il leader della Lega, non ha mai avuto rapporti forti con paesi come Francia e Germania, "ma ha sempre avuto rapporti di sudditanza. Il settore dell'Agricoltura italiana è stato considerato l'ultimo dei settori nella passata legislatura, ora con Centinaio stiamo lavorando bene".

Per Salvini uno degli errori è stato quello di cancellare i voucher in agricoltura: "un danno che ha procurato l'incremento del lavoro nero. Piace a tutti il posto fisso ma serve concretezza".

"A parita di condizione gli agricoltori italiani non sono secondi a nessuno", prosegue ancora. "Serve uno schock fiscale, come negli Usa di Trump, la cui economia è risalita ai livelli di 20 anni fa, facendo diminuire la disoccupazione. Serve la stessa cura in Italia".

"Sul Debito pubblico, abbiamo applicato la regola del rigore voluta dall'Europa. Ma abbiamo avuto solo un aumento. Per abbattere il debito invece serve investire. Questa è la soluzione".

https://www.agricolae.eu/wp-content/uploads/2019/05/ezy-watermark_18-05-2019_12-48-35pm.mov"Non serve manovra depressiva aumentando l’iva, serve coraggio e ridiscutere i problemi e le soluzioni", continua. "La storia ci dice che proseguendo su questa strada il debito cresce e basta. Cambiare binari, pur rimanendo in questo sistema europeo. Il paese deve riprendere a correre. È convenienza di tutti cambiare le regole, tutti i paesi stanno sforando in Europa", conclude.

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MORE ARTICLES



Questo sito utilizza cookies di Sessione, Tecnici e di Profilazione. Cliccando su "OK", questi cookies si attiveranno. Per maggiori informazioni o per eventuali limitazione dei cookie, clicca sul link e visita la nostra apposita sezione.
This website uses Session, Permanent and Third-Party cookies. by clicking on "Ok", these cookies will be enabled. For further informations or for cookie limitation, please click on the link and visit our dedicated section.
Cookie & Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi