CONFCOOPERATIVE EMILIA ROMAGNA PROMUOVE LA FORMAZIONE DEI GIOVANI IN EUROPA

È decisamente positivo il bilancio del progetto Coop-Keys (Cooperation promotes Key competences for Employability of Young people), promosso da Confcooperative Emilia Romagna e dalle Unioni provinciali in collaborazione con l’istituto regionale di formazione Irecoop e la cooperativa sociale Kara Boboskwi di Modigliana (Fc). Grazie a questa iniziativa, infatti, 49 giovani (36 provenienti dall’Emilia Romagna, 13 dalla Puglia) di età compresa tra i 18 ed i 35 anni hanno potuto svolgere un’interessante esperienza professionalizzante all’estero. “Questi ragazzi – afferma Margherita Dalla Casa di Irecoop Emilia Romagna – hanno effettuato un tirocinio di 15 settimane all’interno di cooperative, Camere di Commercio, enti di formazione o Associazioni di rappresentanza della cooperazione di altri paesi europei (Regno Unito, Francia, Spagna, Germania, Svezia, Malta, Polonia e Belgio). Quattro i settori strategici coinvolti: agroalimentare, socio-sanitario, ambiente, logistica”. “Coop-Keys – dichiara Letizia Piangerelli di Irecoop regionale – conferma quindi il grande impegno di Confcooperative nella formazione professionale dei giovani, anche a livello internazionale, finalizzato ad aumentare le loro possibilità di occupazione”. Avviato nell’ottobre del 2012 nell’ambito dell’Anno Internazionale delle Cooperative proclamato dalle Nazioni Unite e giunto oggi alla sua fase conclusiva, Coop-Keys è stato realizzato nell’ambito del Programma Leonardo Da Vinci co-finanziato dalla Commissione Europea con l’obiettivo di favorire la mobilità transnazionale di giovani e adulti tramite esperienze che contribuiscano ad accrescere e sviluppare conoscenze e competenze professionali, sociali e culturali. “Il progetto – sottolinea il direttore di Confcooperative Emilia Romagna, Pierlorenzo Rossi – è stato promosso con un duplice obiettivo. Da un lato offrire ai giovani del territorio l’opportunità di acquisire competenze specifiche in materia di imprese cooperative incentrando il tirocinio sull’innovazione e la conoscenza del mercato estero nel settore di interesse specifico. Dall’altro, favorire collegamenti efficaci tra il mondo dell’educazione e il mondo del lavoro in settori innovativi ed in potenziale sviluppo. A questo scopo è stato dato ampio spazio alla partnership con enti di formazione, Università e Camere di Commercio”. “Il movimento cooperativo, profondamente radicato e diffuso sul territorio – conclude Rossi – rappresenta una valida opportunità per il futuro professionale delle nuove generazioni”.

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MORE ARTICLES

Questo sito utilizza cookies di Sessione, Tecnici e di Profilazione. Cliccando su "OK", questi cookies si attiveranno. Per maggiori informazioni o per eventuali limitazione dei cookie, clicca sul link e visita la nostra apposita sezione.
This website uses Session, Permanent and Third-Party cookies. by clicking on "Ok", these cookies will be enabled. For further informations or for cookie limitation, please click on the link and visit our dedicated section.
Cookie & Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi