CONFEURO: RAPPORTO OXFAM, LA LOTTA ALLO SFRUTTAMENTO DEI LAVORATORI AGRICOLI E’ UNO PRIORITA’

I dati forniti da Oxfam nel rapporto “Maturi per il cambiamento” – dichiara in una nota il presidente nazionale Confeuro, Andrea Michele tiso – evidenziano lo sfruttamento in tutto il mondo perpetuato ai danni di milioni di lavoratori che, spesso in condizioni disumane, producono cibo per i cittadini di tutte le nazioni del pianeta ed incrementano a dismisura i già colossali profitti delle multinazionali dell'agro industria. Sempre secondo i numeri di Oxfam, anche l'Italia, patria storica del primario, contribuisce a questo triste scenario con 430mila lavoratori irregolari di cui oltre 100mila vittime di sfruttamento ( l'80% sono migranti e il 42% donne).

A pesare su questo processo sono soprattutto le prassi adottate dalla grandi catene di supermercati, le quali, non solo sfruttano i lavoratori della filiera, ma sottopagano (in alcuni casi trattenendo guadagni fino al 50%) anche l'attività dei produttori delle piccole imprese che si occupano di fornire derrate di qualità.

Come abbiamo più volte sottolineato – prosegue Tiso – il comparto agroalimentare non è un semplice aggregato economico, ma è la rappresentazione di un sistema valoriale e culturale che non può permettersi situazioni così degradanti al suo interno.

E' giunto il momento – conclude Tiso – che le istituzioni internazionali e nazionali si facciano carico di contrapporsi con forza e determinazione questi meccanismi; in gioco non c'è solo la tenuta del primario, ma la credibilità di un intero modello di sviluppo.

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MORE ARTICLES

Questo sito utilizza cookies di Sessione, Tecnici e di Profilazione. Cliccando su "OK", questi cookies si attiveranno. Per maggiori informazioni o per eventuali limitazione dei cookie, clicca sul link e visita la nostra apposita sezione.
This website uses Session, Permanent and Third-Party cookies. by clicking on "Ok", these cookies will be enabled. For further informations or for cookie limitation, please click on the link and visit our dedicated section.
Cookie & Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi