CONSORZIO ACETO BALSAMICO DI MODENA IGP, GROSOLI : RICHIESTA MODIFICA DISCIPLINARE PER PIU CONTROLLI SU MATERIE PRIME

“Abbiamo chiesto alla Comunità Europea la modifica del disciplinare dell’Aceto Balsamico di Modena Igp per avere controlli più puntuali sulle materie prime ma anche per introdurre anche qualche modifica di tipo commerciale, come la variazione della capacità delle bottiglie immesse al consumo". Così Mariangela Grosoli, presidente del Consorzio di Tutela Aceto Balsamico di Modena Igp, nel corso del press tour di Gusti.a.Mo 2018, in corso a Modena e provincia.

Tra le modifiche richieste sul disciplinare, ha spiegato la presidente Grosoli, ci sono "maggiori controlli sui produttori degli aceti di vino, applicazioni delle analisi isotopiche sulle analisi delle materie prime. Modifiche che darebbero una garanzia in più ai produttori e di conseguenza anche ai consumatori sull'autenticità delle nostre materie prime, che oggi sono certificate, ma soprattutto sul lato mosto”.

“Sui formati siamo molto vincolati - ha spiegato la presidente Grosoli - dal nostro disciplinare: per ora non riusciamo a imbottigliare meno di 250 ml. Abbiamo chiesto una modifica proprio perché il mercato cambia: chi ad esempio viene qui con un volo e un bagaglio a mano non riesce a portarsi a casa un prodotto Igp; il rischio è che porti a casa un ‘condimento’ che non è un prodotto certificato”.

Sul piatto ci sono anche i contratti di filiera tra associati al consorzio e associazioni agricole. “Ci stiamo lavorando per la prossima vendemmia - ha spiegato Grosoli -. Molte aziende  hanno già in catalogo prodotti fatti con uve locali, che evidenziano al consumatore in vario modo. Il consorzio sta valutando proprio in questi giorni di fare contratti di filiera, non per la totalità della produzione ma per alcune produzioni particolari come l’invecchiato, dove abbiamo quantità non esagerate ma riusciamo a trasmettere valore e poi a recuperarlo con il prezzo. Stiamo ragionando su questo fronte perché abbiamo capito finalmente tutti che il consumatore sta crescendo e oggi chiede anche questo”.

Ad oggi l’Aceto Balsamico di Modena Igp conta una produzione di più di 97,5 milioni di litri l’anno, esportato per oltre il 92% in 120 Paesi. Il fatturato alla produzione supera i 400 milioni di euro e quello al consumo sfiora il miliardo.

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MORE ARTICLES

Questo sito utilizza cookies di Sessione, Tecnici e di Profilazione. Cliccando su "OK", questi cookies si attiveranno. Per maggiori informazioni o per eventuali limitazione dei cookie, clicca sul link e visita la nostra apposita sezione.
This website uses Session, Permanent and Third-Party cookies. by clicking on "Ok", these cookies will be enabled. For further informations or for cookie limitation, please click on the link and visit our dedicated section.
Cookie & Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi