CONSUMI, COPAGRI: SITUAZIONE SEMPRE PIU’ CRITICA

E' sempre più critica la situazione relativa alla contrazione dei consumi nel nostro Paese. A gennaio la diminuzione è stata del 2,4% su base annua e dello 0,9% rispetto a dicembre 2012. Il quadro negativo interessa anche i beni essenziali come i prodotti alimentari, la cui domanda è calata di quasi 4 punti percentuali in termini tendenziali e dello 0,8% a livello congiunturale. Dati, questi ultimi, che confermano la grave perdita del potere d'acquisto della famiglie. La priorità del contenimento della spesa sta incidendo anche nella valutazione degli italiani del rapporto qualità/prezzo. E' quanto rileva la Confederazione Produttori Agricoli (COPAGRI) commentando l'Indicatore dei Consumi Confcommercio (ICC). Dall'ICC si evince il ritorno ai livelli del 2004 ed il serio rischio del perdurare di una prospettiva negativa anche nell'anno in corso. Una prospettiva concreta – conclude la COPAGRI – senza una chiara inversione di tendenza in termini di politica economica e, più propriamente, per una riduzione della pressione fiscale ed a favore di una ripresa dei consumi.

com/neo

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

carrello-spesaE' sempre più critica la situazione relativa alla contrazione dei consumi nel nostro Paese. A gennaio la diminuzione è stata del 2,4% su base annua e dello 0,9% rispetto a dicembre 2012. Il quadro negativo interessa anche i beni essenziali come i prodotti alimentari, la cui domanda è calata di quasi 4 punti percentuali in termini tendenziali e dello 0,8% a livello congiunturale. Dati, questi ultimi, che confermano la grave perdita del potere d'acquisto della famiglie. La priorità del contenimento della spesa sta incidendo anche nella valutazione degli italiani del rapporto qualità/prezzo. E' quanto rileva la Confederazione Produttori Agricoli (COPAGRI) commentando l'Indicatore dei Consumi Confcommercio (ICC). Dall'ICC si evince il ritorno ai livelli del 2004 ed il serio rischio del perdurare di una prospettiva negativa anche nell'anno in corso. Una prospettiva concreta – conclude la COPAGRI – senza una chiara inversione di tendenza in termini di politica economica e, più propriamente, per una riduzione della pressione fiscale ed a favore di una ripresa dei consumi.

 

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MORE ARTICLES

Questo sito utilizza cookies di Sessione, Tecnici e di Profilazione. Cliccando su "OK", questi cookies si attiveranno. Per maggiori informazioni o per eventuali limitazione dei cookie, clicca sul link e visita la nostra apposita sezione.
This website uses Session, Permanent and Third-Party cookies. by clicking on "Ok", these cookies will be enabled. For further informations or for cookie limitation, please click on the link and visit our dedicated section.
Cookie & Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi