COPA COGECA: UE TROVI IL PRIMA POSSIBILE ACCORDI DOGANALI CON REGNO UNITO

n una lettera inviata al capo del negoziatore dell'UE Michel Barnier, i presidenti del Copa e della Cogeca hanno accolto favorevolmente il progetto di linee guida sulle future relazioni dell'UE con il Regno Unito elaborato dal presidente del Consiglio dell'UE, Donald Tusk, dopo Brexit. "Poiché il commercio è molto integrato, il Copa e la Cogeca sottolineano serie preoccupazioni riguardo al potenziale impatto sugli agricoltori e sulle imprese agricole di entrambe le parti a seguito dell'uscita del Regno Unito dall'UE. È importante ridurre al minimo qualsiasi interruzione del commercio. Gli agricoltori e le cooperative agricole europee sono fermamente convinti che, a seconda delle garanzie ottenute, il Regno Unito dovrebbe rimanere nel mercato unico e nell'Unione doganale. Se ciò non è possibile, l'UE e il Regno Unito dovrebbero trovare un nuovo accordo doganale che consenta il più possibile il commercio senza attriti, preservando al contempo l'integrità del mercato unico. I negoziati Brexit devono garantire scambi senza tariffe tra l'UE e il Regno Unito ", ha dichiarato il presidente del Copa Joachim Rukwied.

"Chiediamo anche all'UE di cercare le relazioni doganali più strette possibili con il Regno Unito e vogliamo procedure doganali semplificate, facendo uso delle ultime tecnologie per evitare una burocrazia onerosa e costosa che minaccerebbe gli scambi transfrontalieri. Questo deve essere incluso nel Le prossime linee guida dell'UE e una priorità nei negoziati ", ha aggiunto il presidente della Cogeca, Thomas Magnusson.

"Accogliamo con favore anche il progetto di accordo di revoca della Commissione europea che traduce in termini giuridici la relazione congiunta dei negoziatori dell'UE e del Regno Unito sui progressi realizzati durante la prima fase dei negoziati", ha aggiunto Magnusson.

Infine, il Copa e la Cogeca concordano con l'invito dell'UE al governo del Regno Unito a

presentare proposte chiare e concrete per le relazioni transitorie e future, il prima possibile. Il tempo stringe perché le aziende possano apportare le modifiche necessarie. È necessario raggiungere quanto prima un accordo per

eliminare incertezza e costi aggiuntivi per gli agricoltori e le cooperative agricole.

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MORE ARTICLES

Questo sito utilizza cookies di Sessione, Tecnici e di Profilazione. Cliccando su "OK", questi cookies si attiveranno. Per maggiori informazioni o per eventuali limitazione dei cookie, clicca sul link e visita la nostra apposita sezione.
This website uses Session, Permanent and Third-Party cookies. by clicking on "Ok", these cookies will be enabled. For further informations or for cookie limitation, please click on the link and visit our dedicated section.
Cookie & Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi