COPAGRI: OMS, IMPENSABILE DISCUTERE PERIODICAMENTE DI TASSE E AVVISI PERICOLO PRODOTTI AGROALIMENTARI

“È impensabile tornare periodicamente a discutere dell’introduzione di tasse e dazi sui prodotti alimentari ritenuti ‘a rischio’ per la salute in relazione al contenuto di grassi, sale e zuccheri, così come di eventuali ‘avvisi di pericolo’ da apporre sulle confezioni, poiché il rischio concreto è quello di arrecare un considerevole danno d’immagine all’agroalimentare nazionale; a essere colpiti potrebbero essere l’olio d’oliva, il parmigiano reggiano, il grana padano e il prosciutto di parma, prodotti simbolo del made in Italy, conosciuti e apprezzati in tutto il mondo”. Così il presidente della Copagri Franco Verrascina a proposito della risoluzione proposta dai paesi del Foreign policy e global health (Fpgh) initiative dell’Onu, i quali hanno di recente presentato una proposta che richiama i temi già oggetto di un dibattito svoltosi in sede di Nazioni Unite a metà luglio. 

“In vista dell’esame della proposta di risoluzione, previsto per lunedì 12 novembre a New York in occasione dell’assemblea generale dell’Onu, vale la pena di ricordare che la dieta mediterranea, regime alimentare che esalta il consumo di prodotti tipici dell’agroalimentare nazionale, è stata dichiarata patrimonio dell’umanità proprio dall’Unesco, l’agenzia specializzata delle Nazioni Unite”, fa notare il presidente della Copagri.

 

“Invitiamo pertanto la rappresentanza italiana presso l’Onu e il Governo intero a lavorare a livello diplomatico per evitare pericolosi allarmi che rischiano di minare la fiducia dei consumatori, i quali secondo recenti studi si troverebbero a dover fronteggiare una maggiore spesa annua di circa 546 euro per famiglia, di penalizzare fortemente il comparto agroalimentare, già alle prese con numerose problematiche, ma anche di danneggiare i produttori agricoli, che vedrebbero ridursi ulteriormente il loro già risicato margine di guadagno”, conclude Verrascina.

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MORE ARTICLES

Questo sito utilizza cookies di Sessione, Tecnici e di Profilazione. Cliccando su "OK", questi cookies si attiveranno. Per maggiori informazioni o per eventuali limitazione dei cookie, clicca sul link e visita la nostra apposita sezione.
This website uses Session, Permanent and Third-Party cookies. by clicking on "Ok", these cookies will be enabled. For further informations or for cookie limitation, please click on the link and visit our dedicated section.
Cookie & Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi