COPAGRI: PSR POST XYLELLA CON NARDONE, DI GIOIA, VERRASCINA, BATTISTA

“Un’utile occasione di confronto con le imprese agricole del territorio salentino così gravemente danneggiate dalla Xylella e ancora da troppo tempo in attesa di risposte.” Questo il senso dell’incontro promosso dalla Copagri Puglia sui nuovi bandi del Piano di Sviluppo Rurale dedicati agli aiuti per il mondo olivicolo che si è tenuto oggi mercoledì 11 aprile a Cavallino (Lecce) presso il centro congressi “Leone di Messapia”. Le proposte della Confederazione dei Produttori Agricoli saranno illustrate dal presidente regionale Della Confederazione Tommaso Battista che sottoporrà alcune richieste di correzione dei bandi per evitare speculazioni e distorsioni a danno degli stessi agricoltori più danneggiati.

A testimonianza della necessità di una adeguata e maggiore attenzione al dramma degli ulivi, che non può essere considerato solo pugliese né esaurirsi negli scarsi fondi statali finora stanziati, l’intervento del presidente nazionale della Copagri Franco Verrascina.

La relazione tecnica sulle misure previste e le modalità di funzionamento sarà tenuta dal direttore del dipartimento regionale dell’agricoltura Gianluca Nardone. Le conclusioni, invece, sono state affidate all’assessore regionale all’agricoltura Leonardo Di Gioia.

Così il Presidente Nazionale Verrascina “Le risorse provenienti dall’Europa e soprattutto quanto stanziato dai PSR, devono essere indirizzate al mondo agricolo in modo diretto e immediato. È importante evidenziare come le tempistiche con cui le domande devono, a seguito dei giusti controlli, essere evase al più presto. Gli agricoltori ne hanno bisogno da subito, al momento della richiesta, non dopo anni e infinite complicazioni. È indispensabile per la sopravvivenza del nostro comparto che siano rese più snelle e veloci le operazioni. Abbiamo bisogno di un sistema semplice, facile, che non può essere rallentato continuamente dalla burocrazia che come ormai ripetiamo ad ogni occasione porta solo rallentamenti e problemi la mondo agricolo.

Si coglie l’occasione, infine, per ribadire con forza che queste risorse sono assegnate all’agricoltura e che sono fondamentali per ogni azienda agricola che voglia sviluppare un piano di investimenti dedito alla crescita e alla implementazione della propria produttività, come ogni altra azienda che intende strutturarsi e migliorare. Invece ancora oggi, essendo distribuite a pioggia e con larghissimi ritardi, si svuotano del proprio significato e diventano il mezzo per la sopravvivenza delle aziende agricole che si lasciano sempre in affanno”.

 

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MORE ARTICLES

Questo sito utilizza cookies di Sessione, Tecnici e di Profilazione. Cliccando su "OK", questi cookies si attiveranno. Per maggiori informazioni o per eventuali limitazione dei cookie, clicca sul link e visita la nostra apposita sezione.
This website uses Session, Permanent and Third-Party cookies. by clicking on "Ok", these cookies will be enabled. For further informations or for cookie limitation, please click on the link and visit our dedicated section.
Cookie & Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi