COPAGRI: STOP BUROCRAZIA A SPESE AGRICOLTORI

“Ci compiacciamo che finalmente le nostre istanze siano state ascoltate. L’emendamento approvato oggi infatti, eliminando la certificazione antimafia per le imprese agricole che ricevono contributi inferiori ai 5.000 euro, semplifica la vita burocratica di molte aziende, che potranno continuare a poter presentare la Domanda Unica senza dover incappare in ulteriori adempimenti.Però dobbiamo rilevare come questo passo, seppur importante non sia sufficiente. Occorre che il percorso giunga a compimento con l’innalzamento della soglia della certificazione antimafia per le aziende che richiedano erogazioni comunitarie sino a 25.000€.”

Così commenta il Presidente Verrascina della Copagri l’approvazione del DL Fiscale che abolisce l’obbligo di presentazione della certificazione antimafia per tutte le aziende che percepiscono un aiuto comunitario inferiore ai 5.000 euro. “La norma specifica che la documentazione per la certificazione antimafia è sempre prevista su tutti i terreni agricoli, a qualunque titolo acquisiti, che usufruiscono di fondi europei per un importo superiore a 5.000 euro. Questo purtroppo non è sufficiente. Restano ancora troppe le aziende soggette a tale vincolo. Auspichiamo che l’emendamento già approvato al Senato della Repubblica che innalza la soglia fino ai 25.000 euro nel DDL Bilancio, sia al più presto approvato anche alla Camera dei Deputati così da risolvere, almeno momentaneamente, un problema che può diventare un blocco completo a tutte le erogazioni agricole. Non si tratta infatti esclusivamente dei contributi ricevuti attraverso la domanda unica, ma ogni erogazione che proviene dai fondi comunitari: PSR, assicurazioni, DU, ecc.”

Conclude Verrascina “infine ribadiamo che comunque tutta questa burocrazia dovrà essere a stretto giro rivista e smantellata. Anche in questo caso basterebbe lasciar comunicare le banche dati agricole con quelle prefettizie per poter eliminare definitivamente tutti questi inutili oneri che gravano sempre sulle spalle degli agricoltori.”

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MORE ARTICLES

Questo sito utilizza cookies di Sessione, Tecnici e di Profilazione. Cliccando su "OK", questi cookies si attiveranno. Per maggiori informazioni o per eventuali limitazione dei cookie, clicca sul link e visita la nostra apposita sezione.
This website uses Session, Permanent and Third-Party cookies. by clicking on "Ok", these cookies will be enabled. For further informations or for cookie limitation, please click on the link and visit our dedicated section.
Cookie & Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi