CORONAVIRUS, IN CDM OK A 400 MLD DI LIQUIDITA. IN TUTTO DIVENTANO 750 MLD LE RISORSE IN CAMPO. LO STATO HA FIDUCIA NELLE IMPRESE MADE IN ITALYIL PREMIER: STIAMO GIA LAVORANDO ALLA RINASCITA MA MES NO. EUROBOND SI.

Duecento miliardi per il mercato interno e duecento per l'export. Questa l'iniezione di liquidita prevista dal Dl Credito. Misure per tutelare le piccole medie imprese ma non solo. Anche uno strumento per controllare eventuali scalate in ambito Ue che riguardano settori strategici del Paese. "Abbiamo adottato uno strumento molto efficace per tutelare tutte le imprese che svolgono attività di un minimo rilievo strategico imponendo anche nuovi obblighi di trasparenza finanziaria. Attraverso la Golden power potremo monitorare eventuali scalate o acquisizioni dirette superiori al dieci per cento per quanto riguarda settori dell'acqua, alimentare, energia". Così il premier Giuseppe Conte al termine di un consiglio dei ministri fiume per mettere a punto il Dl Credito.

"In questi giorni mi sono confrontato con tanti leader europei che hanno espresso la loro solidarietà e l'ammirazione per la forza che ha dimostrato il modello Italia". Poi agli italiani: "State dando un contributo fondamentale. Presto raccoglieremo i frutti di questi sacrifici, quando sarà tutto finito vivremo una nuova primavera.

Essere italiani vuol dire essere coraggiosi, determinati e coesi, solidali".

"Con questo decreto realizziamo un intervento senza precedenti a sostegno della liquidità del sistema produttivo: 200 miliardi per prestiti fino al 90 per cento da parte dello Stato che possono arrivare fino al 25 per cento del fatturato dell'impresa attraverso la società Sace", spiega il ministro dell'Economia Roberto Gualtieri. "Questa imponente mobilitazione di risorse pubbliche si aggiunge all'ulteriore potenziamento dell'export", prosegue. "Sono i 750 miliardi le risorse messe in campo con questo decreto e quello del Dl Cura Italia che si affiancano anche alla sospensione delle scadenze" insiste ancora. "Il fondo centrale di garanzia sta già lavorando per le pmi e gli autonomi. Il nuovo strumenti gestito da Sace sarà operativo fra pochi giorni".

"Complessivamente un decreto per mettere in campo un potente strumento di garanzie".

"Il governo ha inteso rispondere a un'esigenza assoluta delle imprese di avere liquidità", spiega il ministro dello Sviluppo economico Stefano Patuanelli. "Per il mondo delle imprese che hanno meno di 500 dipendenti abbiamo rafforzato lo strumento del fondo centrale di garanzia con la possibilità di un prestito fino a 5 milioni di euro. Per il 90 per cento del prestito sarà lo Stato a farsi garante", spiega. "Ma non abbiamo dimenticato i piccoli imprenditori, fino a 25mila euro di prestito la garanzia dello Stato sarà del cento per cento e l'erogazione sarò immediata e senza vincoli".

"Crediamo di aver fatto un'operazione ampissima, la più ampia d'Europa per garanzie dello Stato, a favore delle imprese. Lo Stato ha fiducia nelle imprese".

"Questo decreto rappresenta un paradigma, ci permetterà di terminare questo anno scolastico con la didattica a distanza che non può essere considerato opzionale", spiega il ministro dell'Istruzione Lucia Azzolina. "Incito a lavorare ancora di più da qui fino alla fine dell'anno scolastico senza lasciare nessuno indietro".

Il premier aggiunge poi: Stiamo lavorando anche su provvedimenti di più ampia prospettiva. Vogliamo confidare che la curva epidemica sia sempre più sotto controllo e ci permetta di programmare la rinascita. Stiamo già adesso lavorando su misure per recuperare il terreno perduto".

Conte precisa poi che "dovrebbe far parte della Costituzione la possibilità di accedere a una rete internet perché diventa una condizione chiave per poter partecipare alla vita sociale e politica del Paese". "Sono stati stanziati 70-80 milioni di euro per garantire i device a tutti gli studenti", aggiunge poi Azzollina.

Per quanto riguarda la fase due non siamo ancora in grado di anticipare perché ci riserviamo in questi giorni di seguire la curva epidemiologica e fare le valutazioni del caso. Impossibile fissare oggi una data. Ma ribadisce: "Mes no, è inadeguata. Eurobond si". E aggiunge: "quando abbiamo iniziato la discussione alcuni mi hanno suggerito di non fare questa battaglia ma la verità è che quando si difende il proprio apese non si fanno calcoli. La storia è con noi e vedremo poi la storia quale piega prenderà".

Era già stato scritto:

DL CREDITO, ECCO I TESTI AL VAGLIO “PER SOSTENERE LA SPINA DORSALE DEL PAESE”. 4 CAPI PER DARE LIQUIDITA AD AZIENDE. I DOCUMENTI DELLE BOZZE

image_pdfimage_print

Palazzo Chigi e tutto il governo - attraverso un Odg anche assieme all'opposizione - al lavoro per salvare l'economica italiana.

Sono al vaglio i decreti sinergici, in quattro capi di cui l'ultimo a cura della Presidenza del Consiglio, il Golden Power, per dare liquidita e credito alle aziende made in Italy e al contempo tutelare e sostenere in questa fase emergenziale, i lavoratori autonomi, le piccole imprese e le famiglie.

Molte le misure temporanee in corso, che fanno capo alla Sace per dare ossigeno alle aziende e anticipare il 25 per cento del fatturato dell'anno precedente.

Tra questi sono presenti anche misure a sostegno dell'internazionalizzazione.

Qui di seguito AGRICOLAE pubblica i capi in esame:

DL CREDITO CAPO 1

DL CREDITO CAPO 2

DL CREDITO CAPO 3

Il Mise aveva gia evidenziato come fossero necessarie ulteriori misure per "rendere ancora più corposi ed efficaci gli aiuti [del Dl Cura Italia-ndr], e dare massimo sostegno alle imprese e ai professionisti che sono la spina dorsale del nostro paese".

Ecco il documento Mise:

MISE DL LIQUIDITA

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MORE ARTICLES



Questo sito utilizza cookies di Sessione, Tecnici e di Profilazione. Cliccando su "OK", questi cookies si attiveranno. Per maggiori informazioni o per eventuali limitazione dei cookie, clicca sul link e visita la nostra apposita sezione.<br/>This website uses Session, Permanent and Third-Party cookies. by clicking on "Ok", these cookies will be enabled. For further informations or for cookie limitation, please click on the link and visit our dedicated section.<br/> Cookie & Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi