CREA, PARLATO: NUOVE TECNOLOGIE PER QUALIFICARE AGROALIMENTARE E RENDERLO COMPETITIVO. CONSAPEVOLEZZA DEL GRANDE LAVORO FATTO. LA VIDEO INTERVISTA

“Oggi abbiamo presentato un piano completo di attività, prodotti e servizi che la ricerca mette a disposizione del sistema agroalimentare e dei suoi stakeholder, in uno scenario complicato ma pieno di opportunità grazie alle nuove tecnologie che stiamo esplorando e che potranno dare risposte positive per il sistema agroalimentare per qualificarlo e renderlo ulteriormente competitivo nello scenario internazionale”.

Così il presidente del Crea, Salvatore Parlato ad AGRICOLAE, a margine dell’incontro “Nuova agricoltura, nuova ricerca, il ruolo del Crea” ricordando come gli assi principali su cui il Crea sta lavorando siano “lo sviluppo delle nuove tecnologie, in particolare quelle digitali applicate all’agricoltura, quelle di miglioramento genetico innovative e quelle che permetteranno di produrre senza consumare suolo o con un consumo di risorse inferiore all’attuale”.

In merito alla polemica sul ruolo del Crea per il comparto cerealicolo italiano e nei confronti degli agricoltori il presidente Parlato ha spiegato come “Oggi si è capito che quello di ieri era uno ‘spot concordato’ per lanciare la giornata di oggi”. “Mi sembra evidente - ha detto Parlato ad AGRICOLAE- che ci sia una grande consapevolezza del grande lavoro che viene fatto dai nostri ricercatori all’interno di questo ente e del fatto che questo venga riconosciuto sia all’interno della comunità scientifica, sia nel mondo degli stakeholder, ivi compreso Confagricoltura e tutte le organizzazioni agricole”.

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MORE ARTICLES

PECORINO ROMANO DOP, PALITTA RICONFERMATO: COINVOLGERE PASTORI NEL CONSORZIO. COLDIRETTI DENIGRA MADE IN ITALY ARRECANDO DANNO A FILIERA E TURISMO
16/03/2019

PECORINO ROMANO DOP, PALITTA RICONFERMATO: COINVOLGERE PASTORI NEL CONSORZIO. COLDIRETTI DENIGRA MADE IN ITALY ARRECANDO DANNO A FILIERA E TURISMOBANDO INDIGENTI BLOCCATO AL MINISTERO LAVORO A CAUSA DI UN RICORSO. "OCCORRE CAPIRE COME PROCEDERE"

Il presidente del Consorzio Pecorino Romano Dop è stato riconfermato. E dice: basta denigrare il made in Italy. Fa male ai produttori, agli industriali e al turismo. Anche perché la filiera è sana

Questo sito utilizza cookies di Sessione, Tecnici e di Profilazione. Cliccando su "OK", questi cookies si attiveranno. Per maggiori informazioni o per eventuali limitazione dei cookie, clicca sul link e visita la nostra apposita sezione.
This website uses Session, Permanent and Third-Party cookies. by clicking on "Ok", these cookies will be enabled. For further informations or for cookie limitation, please click on the link and visit our dedicated section.
Cookie & Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi