DECRETO EMERGENZE, CONFAGRICOLTURA BARI INCONTRA CENTINAIO: FONDI SIANO SUFFICIENTI

Il presidente di Confagricoltura Bari-Bat, Michele Lacenere, incontrerà domani, giovedì 11 aprile, in prefettura a Bari, il ministro dell’Agricoltura, Gian Marco Centinaio, per discutere e migliorare il decreto legge “Emergenze” pubblicato dieci giorni fa sulla Gazzetta ufficiale. In particolare, a Bari verrà affrontato il problema dei danni provocati dalle gelate del 2018 al settore olivicolo pugliese.

Confagricoltura Bari si è attivata sin dai primi giorni dopo la gelata del febbraio 2018 per segnalare gli ingenti danni subiti dagli ulivi. Nei mesi successivi, grazie all’intervento di Confagricoltura nazionale, sono stati attivati tutti i canali istituzionali perché si giungesse al riconoscimento di una declaratoria di calamità che, pur sembrando ovvia e scontata, ha tardato ad arrivare determinando gravi condizioni di disagio sociale ed economico di cui hanno sofferto le aziende ed i lavoratori agricoli. La mobilitazione avviata da Confagricoltura Bari, unita alle altre sigle agricole e di tutta la società civile nel movimento dei Gilet arancioni, lo scorso dicembre ha avuto il merito di portare alta l’attenzione a livello nazionale sulla problematica che ha messo in ginocchio uno dei più importanti segmenti produttivi della Puglia e dell’Italia.

“Sarà l’occasione – dichiara il presidente Lacenere - per chiedere e ottenere dal ministro Centinaio che vengano mantenute le promesse sulle somme da stanziare, per assicurarci che vengano utilizzati adeguati criteri di assegnazione delle risorse e che i fondi finiscano alle aziende danneggiate e in crisi. Sarà, inoltre, l’occasione per ricordare al ministro che i territori ancora indenni da Xylella non sono, purtroppo, immuni dalla malattia e guardano con ansia e preoccupazione le lungaggini burocratiche e le allucinanti favolette che hanno portato il batterio in provincia di Bari. Confagricoltura, come ha sempre fatto, chiede l’immediata applicazione delle azioni di contenimento previste dal decreto ed il superamento di tutte le pastoie che finora hanno limitato l’estirpazione delle piante infette e di quelle vicine".

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MORE ARTICLES

Questo sito utilizza cookies di Sessione, Tecnici e di Profilazione. Cliccando su "OK", questi cookies si attiveranno. Per maggiori informazioni o per eventuali limitazione dei cookie, clicca sul link e visita la nostra apposita sezione.
This website uses Session, Permanent and Third-Party cookies. by clicking on "Ok", these cookies will be enabled. For further informations or for cookie limitation, please click on the link and visit our dedicated section.
Cookie & Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi