DONNE IN CAMPO-CIA, CENNI: DONNE SIANO AL CENTRO DELLE NUOVE SFIDE AGRICOLE E AMBIENTALI

“C’è da riconnettere molte componenti, dal campo alla tavola ma anche quelle del vivere comune. Per questo ritengo che donne e agricoltura possono svolgere e rappresentare con la loro soggettiva gli elementi di una svolta dopo questa stagione critica” dichiara Susanna Cenni, vicepresidente Comagri camera, durante la webconference dell’Assemblea nazionale di Donne in Campo, l’associazione femminile di Cia-Agricoltori Italiani.

“Il Covid ha cambiato le nostre priorità facendoci riflettere sul futuro e facendoci mettere al centro i temi della salute e dell’importanza di avere cibo garantito ogni giorno. Nonostante le difficoltà di fronte a noi dovremo investire molto sulla ripartenza e non solo nella compensazione dei danni e adesso in parlamento stiamo lavorando proprio sugli emendamenti per far ripartire il paese” prosegue.

“Ci troviamo in una fase cruciale in cui bisogna essere capaci di cogliere le occasioni tramite visione del futuro, progettualità e capacità di affrontare le sfide nuove come la transazione ecologica del green deal.

La strategia farm to fork e quella sulla biodiversità sono state presentate in ue e ci dicono che l’Europa vuole diventare il primo continente a emissioni neutre costruendo ecosistemi protetti. Tra gli obiettivi la riduzione di fertilizzanti e il taglio del 50% di antibiotici animali entro il 2030, dobbiamo però essere capaci a cogliere queste occasioni, come all’obiettivo di arrivare al 25% di terreni biologici o al prendere in mano la discussione sul tema etichettatura che fino ad oggi non ha avuto grandi risultati, evitando quella a semaforo” sottolinea.

“Ben 10 mld legati a ricerca e innovazione sono stati poi messi in campo ed è fondamentale saperli sfruttare adeguatamente se vogliamo una agricoltura di qualità. Questi obiettivi possiamo subirli oppure possiamo coglierli come occasioni per costruire insieme delle strategie e dei progetti.

Le donne hanno un legame inscindibile con la biodiversità e tutto ciò si collega agli orizzonti del new green deal, le donne hanno infatti un ruolo strategico nello sviluppo delle aree rurali e hanno un’esperienza personale, portando in se stesse il dar vita, che le connette al mondo agricolo.

Serve uno sguardo femminile forte perché c’è sempre più bisogno dell’esperienza delle donne sui campi, capaci di portare la loro sensibilità e capacità” conclude la Cenni.

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MORE ARTICLES



Questo sito utilizza cookies di Sessione, Tecnici e di Profilazione. Cliccando su "OK", questi cookies si attiveranno. Per maggiori informazioni o per eventuali limitazione dei cookie, clicca sul link e visita la nostra apposita sezione.<br/>This website uses Session, Permanent and Third-Party cookies. by clicking on "Ok", these cookies will be enabled. For further informations or for cookie limitation, please click on the link and visit our dedicated section.<br/> Cookie & Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi