EARTH DAY: SYNGENTA, RISULTATI THE GOOD GROWTH PLAN CONFERMANO CONTRIBUTO A UN’AGRICOLTURA SOSTENIBILE

Domenica 22 aprile si celebra nel mondo la 48esima ricorrenza dell’Earth Day - Giornata Mondiale della Terra, un’occasione nata per stimolare la riflessione sul delicato equilibrio del nostro Pianeta e per aumentare la consapevolezza sugli sforzi necessari a salvaguardarlo. Syngenta, azienda completamente dedicata all’agricoltura a livello globale, ha da sempre al centro del proprio modo di lavorare la sostenibilità e, in occasione di questa ricorrenza, vuole ribadire il proprio impegno e contributo diffondendo i risultati raggiunti grazie al The Good Growth Plan, il piano che ha lanciato nel 2013 con l’obiettivo di contribuire a un’agricoltura sostenibile e allo sviluppo delle comunità rurali.

Per un progresso sostenibile di fronte a una sempre maggiore richiesta di cibo sano, sicuro e in abbondanza di una popolazione in forte crescita, è necessario aumentare la produttività agricola gestendo in maniera sostenibile le risorse naturali dell’ecosistema quali ad esempio suolo, acqua e aria per arrivare a produrre di più con meno. E’ qui che l’agricoltore assume un ruolo fondamentale, confermandosi primo custode dell’ambiente grazie al proprio lavoro. Gli ambiziosi obiettivi da conseguire entro il 2020che Syngenta ha assunto con il The Good Growth Plan rappresentano il contribuito che l’azienda vuole dare allo sviluppo di un’agricoltura produttiva e attenta alla sostenibilità.

 

I risultati 2017 del Good Growth Plan: forte incremento delle rese e riduzione delle emissioni di gas serra - Nel 2017 i dati raccolti su 1.400 aziende agricole di riferimento in 41 Paesi evidenziano che: La produttività del terreno all’interno delle 1459 aziende agricole di riferimento è cresciuta del 10,9%, contro il 7,3% delle 2630 controparti di controllo: si tratta di una percentuale di quasi il 50% superiore. Per quanto riguarda i piccoli produttori, la produttività delle aziende agricole di riferimento è cresciuta del 21,6%, contro il 5,1% di quelle di controllo. Nel migliorare la resa per ettaro delle colture, la maggior parte delle aziende agricole ha utilizzato in modo più efficiente agrofarmaci, fertilizzanti e altre risorse mentre l'efficienza degli agrofarmaci è migliorata di quasi il triplo rispetto alle aziende di controllo.

I progetti e le partnership attivate nell’ambito di The Good Growth Plan hanno migliorato la fertilità su un’estensione di 7,4 milioni di ettari di terreni agricoli, crescendo più del 70% risprtto al 2014, e favorito lo sviluppo della biodiversità su un totale di 5,6 milioni di ettari – ben oltre l’obiettivo fissato per il 2020 di 5 milioni di ettari. Ad oggi sono stati realizzati 229 progetti in 37 Paesi e continuano gli investimenti per migliorare la biodiversità dei terreni.

Syngenta ha raggiunto e coinvolto 13,9 milioni di piccoli produttori agricoli, mentre ha raggiunto 25,5 milioni di persone con la formazione sulla sicurezza sul lavoro e con le iniziative sull’uso sicuro e consapevole degli agrofarmaci superando l’obiettivo di 20 milioni grazie agli 8,2 milioni di persone formate solo nel 2017. Nel 2017, si continuano a garantire condizioni di lavoro eque in tutta la rete di fornitori Syngenta grazie al Fair Labor Program che ha coperto l’86% delle aziende agricole da sementi. Nell’ambito della filiera chimica, il Supplier Sustainability Program oggi copre il 90% dei fornitori appartenenti alle categorie a rischio materiale.

L'analisi delle emissioni di gas serra delle nostre aziende agricole di riferimento, dal 2014 a oggi, mostra anche una riduzione del 14% delle emissioni per unità prodotta. Il CEO di Syngenta, Erik Fyrwald, ha dichiarato: "Dipendiamo sempre più da un aumento sostenibile della produzione degli agricoltori per garantire la fornitura di alimenti sicuri e a prezzi accessibili, riducendo al minimo l'impatto dell'agricoltura sull'ambiente. In questo processo, il Good Growth Plan è fondamentale perché pone la sostenibilità al centro del nostro modo di fare impresa e si allinea perfettamente agli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite. Abbiamo ottenuto grandi risultati negli ultimi quattro anni, ma dobbiamo fare di più. Continueremo a migliorare il Good Growth Plan per superare l'attuale modello di agricoltura e mettere il nostro know-how a disposizione degli agricoltori. Stiamo inoltre costituendo un archivio dati che rappresenta un valore reale e misurabile per i coltivatori e la società in generale. I dati e gli approfondimenti che stiamo acquisendo e condividendo alimentano un numero crescente di partnership con governi, università, ONG e aziende. Queste aggiungono ulteriore valore ai nostri sforzi e guidano l’evoluzione e lo sviluppo continuo del Good Growth Plan stesso".

 

 

 

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MORE ARTICLES

Questo sito utilizza cookies di Sessione, Tecnici e di Profilazione. Cliccando su "OK", questi cookies si attiveranno. Per maggiori informazioni o per eventuali limitazione dei cookie, clicca sul link e visita la nostra apposita sezione.
This website uses Session, Permanent and Third-Party cookies. by clicking on "Ok", these cookies will be enabled. For further informations or for cookie limitation, please click on the link and visit our dedicated section.
Cookie & Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi