EXPORT, FEDERALIMENTARE: ALIMENTARE

Con una quota complessiva di 25 miliardi di euro nel 2012 (+8% sul 2011) e con la previsione ICE di 32,1 miliardi di euro nel 2015, l’alimentare registra una storica crescita, diventando primaria voce del made in Italy.  Lo rivela Federalimentare in occasione della presentazione all’ICE del Piano nazionale dell’export 2013-15, sottolineando che la capacità di tenuta dell’alimentare è stata nettamente premiante anche in un anno difficile. Se il risultato del 2012 registra un taglio di due punti rispetto al +10% del consuntivo 2011, si tratta di una performance rilevante in confronto all’export complessivo del Paese, fermatosi ad un +3,5%, con una discesa di quasi otto punti rispetto al passo del 2011 (+11,4%).  E le previsioni della Federazione per il 2013 parlano di un'ulteriore crescita del +8% nel mercato globale, che a fine anno dovrebbe toccare i 27 miliardi di euro. “Malgrado la polverizzazione del settore - precisa il Presidente di Federalimentare Filippo Ferrua Magliani - le performance dell’industria alimentare sono state brillanti soprattutto fuori della Unione Europea, in paesi emergenti quali gli Emirati Arabi Uniti (+44,5%), Messico (+36,4%), Thailandia (+32,4%), Arabia Saudita (+30,8%), Cina (+23,4%), Corea del Sud (+22,3%), Giappone (+21,4%), Hong Kong (+19,9%) e Ucraina (+17,5%)”. Il Presidente Ferrua sottolinea anche alcune caratteristiche strutturali dell’export di settore: “Le esportazioni 2012 dell’industria alimentare dovrebbero toccare a fine anno una incidenza di quasi il 20% sui 130 miliardi del fatturato di settore. Si tratta  di una proiezione export-oriented in crescita costante, ma che rimane ancora poco più della metà  rispetto all’incidenza del 37% che, in parallelo, registra l’export manifatturiero sul fatturato industriale nel suo complesso”. “Il combinato disposto di queste caratteristiche, congiunturali e strutturali – conclude Ferrua – è stato riconosciuto nelle scelte del Piano triennale presentato oggi all’ICE, che pongono lo sviluppo del settore alimentare in primissimo piano, negli sforzi di promozione commerciale che attendono il Paese”.

com/neo

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MORE ARTICLES

Questo sito utilizza cookies di Sessione, Tecnici e di Profilazione. Cliccando su "OK", questi cookies si attiveranno. Per maggiori informazioni o per eventuali limitazione dei cookie, clicca sul link e visita la nostra apposita sezione.
This website uses Session, Permanent and Third-Party cookies. by clicking on "Ok", these cookies will be enabled. For further informations or for cookie limitation, please click on the link and visit our dedicated section.
Cookie & Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi