FEDAGRI E LILT INSIEME PER INSEGNARE AI RAGAZZI LE REGOLE DELLA PREVENZIONE

 

L’importanza di corretti stili di vita e scelte alimentari nella prevenzione delle principali malattie tumorali. È stato questo il tema al centro di una iniziativa che ha visto protagonisti oggi a Roma la Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori (Lilt) e la Fedagri-Confcooperative, che hanno organizzato una giornata formativa rivolta agli studenti dell’Istituto Salesiano Pio XI. L’iniziativa, che si è svolta nell’ambito della Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica promossa dalla Lilt in tutta Italia, ha visto la partecipazione del presidente nazionale della Lilt, Francesco Schittulli e del presidente della Fedagri, la principale organizzazione di rappresentanza delle cooperative agricole, Giorgio Mercuri.

“I principi che sono alla base di una corretta alimentazione devono diventare sempre più patrimonio informativo dei ragazzi in età scolare”, ha sottolineato nel suo intervento Giorgio Mercuri. “Il nostro paese è ricchissimo di materie prime e di prodotti alimentari di eccellenza che tutto il mondo ci invidia. Vantiamo filiere agricole sicure, sottoposte a rigorosi controlli di tracciabilità, che assicurano al consumatore finale l’assoluto valore del cibo che portiamo a tavola, dalla frutta e gli ortaggi ai formaggi, dall’olio alla pasta, passando per le conserve”.

E quanto sia fondamentale nella prevenzione dei tumori conoscere i principi base di una corretta alimentazione è stato evidenziato dal Presidente della Lilt Francesco Schittulli, che ha sottolineato: “È ormai noto che il 35% dei tumori è dovuto a un’alimentazione errata: un dato davvero significativo, ci deve fare riflettere sulla necessità di prestare attenzione alle nostre abitudini a tavola. Alimentarsi in modo sano – ha proseguito il prof. Schittulli – significa dare priorità a frutta, verdura, legumi e cereali, utilizzare l’olio extravergine di oliva, cercare sempre di scegliere prodotti di stagione. Seguire queste poche e fondamentali regole è il primo e decisivo passo da compiere per fare propria la cultura della prevenzione”.

Ai due interventi introduttivi è poi seguito un momento di animazione e di partecipazione attiva degli studenti, che sono stati coinvolti su un gioco divulgativo sui temi delle etichette, della stagionalità e delle calorie, condotto dall’agronomo Daniele De Leo e da Davide Pieri, della Fedagri Emilia Romagna, introdotti da Rossana Turina, responsabile nazionale del progetto Qui da noi, la rete dei punti vendita cooperativi aderenti a Fedagri.

Al termine della giornata formativa, degustazione ed analisi sensoriale di olio e pane in un mini corso di cucina a cura di Anastasia Grimaldi.

Nel corso della Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica (che va dal 17 al 25 marzo), decine di cooperative agricole attive in diverse regioni d’Italia affiancheranno i gazebo della Lilt nell’attività di sensibilizzazione e raccolta fondi, sulla base di un protocollo d’intesa sottoscritto dalla Lilt e da Fedagri.

 

 

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MORE ARTICLES

Questo sito utilizza cookies di Sessione, Tecnici e di Profilazione. Cliccando su "OK", questi cookies si attiveranno. Per maggiori informazioni o per eventuali limitazione dei cookie, clicca sul link e visita la nostra apposita sezione.
This website uses Session, Permanent and Third-Party cookies. by clicking on "Ok", these cookies will be enabled. For further informations or for cookie limitation, please click on the link and visit our dedicated section.
Cookie & Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi