FIERACAVALLI, UNA STORIA LUNGA 120 ANNI

Re, presidenti e ministri, ma anche indiani e cowboy. Due guerre mondiali e un mondo che, in questi primi 120 anni di Fieracavalli, è decisamente cambiato. Allo stesso tempo, è cambiata anche la funzione del cavallo, da mezzo di trasporto e forza motrice nei campi, per essere oggi un compagno dell’uomo nelle escursioni turistiche, nelle terapie mediche e sociali o puro divertimento nelle gare ippiche.

La genesi di Fieracavalli inizia con la seduta del consiglio comunale di Verona del 23 dicembre 1897, presieduta dal sindaco Antonio Guglielmi.  All’unanimità viene approvata la proposta di istituire la fiera. 50.000 lire, di cui 30.000 coperte da donazione del barone Ignazio Weill-Weiss di Lainate, sono i costi messi a bilancio per costruire le 13 scuderie che rappresenteranno il primo nucleo della rassegna. Nel preventivo si stima in 200 quintali la quantità di fieno necessaria per l’evento: come incentivo per i commercianti il vitto dei cavalli è concesso gratuitamente.

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MORE ARTICLES

Questo sito utilizza cookies di Sessione, Tecnici e di Profilazione. Cliccando su "OK", questi cookies si attiveranno. Per maggiori informazioni o per eventuali limitazione dei cookie, clicca sul link e visita la nostra apposita sezione.
This website uses Session, Permanent and Third-Party cookies. by clicking on "Ok", these cookies will be enabled. For further informations or for cookie limitation, please click on the link and visit our dedicated section.
Cookie & Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi