FILIERA CARNE E SALUMI, COMAGRI CAMERA. ASSICA E ASSOSUINI: SITUAZIONE CRITICA, MAGAZZINI PIENI E CONSUMI IN CALO

Si è svolta oggi presso la comagri camera l'audizione delle associazioni del settore carni e salumi in merito al decreto rilancio e agli effetti dell'epidemia sulla filiera.

Di seguito tutte le dichiarazioni:

Assica, presidente Nicola Levoni:

I decreti sono intervenuti giustamente e bene per dare sostegno al nostro settore e per questo siamo soddisfatti. Non veniamo perso da una situazione positiva ma da una crisi iniziata già nel 2019 che ha fatto innalzare di molto i prezzi.

La grave emergenza sanitaria ci ha dato grosse difficoltà operative su tutta la filiera ma ciascuna azienda si è mossa tempestivamente per rispettare le norme e le garanzie sanitarie. È stato però molto impegnativo e costoso rimodulare la struttura delle aziende. Il problema si è poi diffuso sul mercato nazionale ed estero. La chiusura dell’horeca ha inciso in Italia per il 25%, quindi 250 milioni di euro al mese.

Dopo l’assalto iniziale ai supermercati la spesa si è contratta, con una grave disaffezione nel frequentare il banco taglio, colpendo principalmente prosciutto crudo e cotto. La tendenza sembra consolidarsi e ci vorrà molto tempo prima che si ritorni ai consumi di una volta. La situazione più grave si riscontra per il prosciutto di Parma con i magazzini pieni. Il problema riguarda tutta la filiera, con i macelli che hanno difficoltà a ricevere pagamenti o calo di ordini, mentre gli allevamenti vedono limitati i loro sforzi. Se questa catena si interrompe avremo gravi conseguenze.

Per quanto riguarda il decreto rilancio siamo soddisfatti per le misure ed è utile che vengano subito rese disponibili. Siamo soddisfatti che è stata rinviata la plastic tax anche se suggeriamo l’abrogazione.

Bene le risorse messe per il tavolo indigenti ma servono almeno 40 mln per acquistare i prosciutti di Parma per gli indigenti. Bene le risorse per il fondo emergenza delle filiere che possono aiutare a sostenere la domanda e a restituire la fiducia al consumatore. Dobbiamo poi aiutare il settore a riprendere posizione sui mercati esteri e sostenere le aziende.

Assosuini, Elio Martinelli:

Bisogna prendere decisioni immediate e la tempistica è oggi l’aspetto fondamentale. Stiamo parlando da marzo di azioni concrete per il settore ma ancora non abbiamo visto interventi con qualche effetto. La rapidità rimane comunque fondamentale in questo momento.

A causa degli scarsi consumi abbiamo accumulato tantissimo prodotto e molti prosciuttifici sono a rischio chiusura.

I numeri delle risorse messe in campo non bastano perché con i 9 mln di euro potremo togliere sulle 100mila cosce circa, con altri 40 mln ne toglieremmo 400mila ma non basterebbe perché oggi abbiamo un surplus di 2 milioni di cosce.

Servirebbero altri due interventi. Il primo per le cosce stagionate che stanno deteriorandosi.

Il secondo intervento riguarda i macelli che stanno tornando ai livelli di produzione abituale ma il mercato è intasato e non riesce ad accogliere la quantità di prodotto. Dovremmo allora trovare delle risorse e smettere di produrre cosce fin quando non si torna alla normalità.

Dobbiamo poi incentivare i consumi, serve allora un prodotto buono, marchiato ma a metà prezzo. Se mettessimo per uno o due mesi il prodotto al 50% del suo costo abituale vedremmo i consumi risalire.

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MORE ARTICLES



Questo sito utilizza cookies di Sessione, Tecnici e di Profilazione. Cliccando su "OK", questi cookies si attiveranno. Per maggiori informazioni o per eventuali limitazione dei cookie, clicca sul link e visita la nostra apposita sezione.<br/>This website uses Session, Permanent and Third-Party cookies. by clicking on "Ok", these cookies will be enabled. For further informations or for cookie limitation, please click on the link and visit our dedicated section.<br/> Cookie & Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi