Emilia Romagna25/11/2022 10:38

Forum Coldiretti, Bonaccini: vinciamo battaglia contro cibo sintetico se difendiamo e puntiamo sulla qualità. Fondamentale piano laghetti e invasi

image_pdfimage_print

“È una competizione illegale quella del cibo sintetico, non riescono a produrre un prodotto che ha le qualità del nostro ed usano nomi che richiamano i nostri prodotti.

Quella contro il cibo sintetico è una battaglia giusta che stiamo portando avanti in Europa e la nostra regione è presente, dal nutriscore fino al cibo sintetico. E. Romagna ha 44 prodotti Igp e dop, senza contare il vino, che ci danno il primato europeo e valgono più di 3 mld euro.”

Così il presidente Emilia Romagna Stefano Bonaccini nel corso del Forum Internazionale dell’Agricoltura e dell’Alimentazione, organizzato a Roma da Coldiretti.

“Sono battaglie sacrosante quelle portate avanti da Coldiretti, vinciamo la sfida della competitività globale solo se puntiamo sulla qualità. Dobbiamo allora difendere la qualità della produzione, con questa possiamo vincere su tutti.

Va fatta una battaglia trasversale con le varie forze politiche per vincere la battaglia in Ue e scongiurare i rischi che vengono dall’Europa.

Troppo spesso interveniamo nelle emergenze senza fare prevenzione. Bisogna ridurre l’inquinamento atmosferico, abbiamo fatto troppo poco contro il surriscaldamento. Però non possiamo contrapporre l’ambiente al lavoro. Sull’acqua abbiamo messo in campo un piano molto importante e ringrazio Anbi e il presidente Vincenzi. Abbiamo bisogno di un grande piano invasi per avere dei serbatoi d’acqua per permettere di fare agricoltura, finanziamo come regione da subito anche il piano laghetti di Coldiretti.

Non possiamo cambiare il Pnrr perché potremmo non avere il tempo necessario per mettere in pratica i lavori e perdere i miliardi di fondi. C’è poi l’aumento costo materie prime e l’inflazione da risolvere. Lancio al governo un appello, c’è il rischio che le gare di appalto vadano deserte perchè le imprese sono in difficoltà. Bisogna intervenire per rispondere alle crisi.”

image_pdfimage_print