FRUTTA NELLE SCUOLE, PRONTI RICORSI AL MIPAAF. BANDO VINTO DA SOCIETA CHE USO’ IMMAGINI CILENE PER PROMUOVERE VINO ITALIANO. E CHE FACEVA PARTE DEL “SISTEMA GIACCHETTO”. SI E’ AGGIUDICATA LOTTO CONSIP PER G7 DI TAORMINA

Ab comunicazioni, agenzia di advertising milanese, a Vinitaly aveva già compiuto un miracolo: per promuovere i vini della Regione Puglia aveva utilizzato immagini di vigneti cileni. Adesso è in atto un contenzioso con la Regione che ha trasmesso gli atti all’Avvocatura di Stato per sapere se può rivalersi per il danno di immagine eventualmente provocato.

Nonostante la gaffe veronese e tedesca (stessa immagine cilena era stata utilizzata nel corso dell’evento vitivinicolo di Dusseldorf), tuttavia l’agenzia milanese si è aggiudicata il 15 maggio scorso la gara del MIPAAF per promuovere presso i punti vendita nazionali il programma comunitario dal valore complessivo di oltre 600mila euro “Frutta nelle scuole”, presentando una proposta tecnica che ha preso quasi la totalità dei punteggi consentiti. Permettendogli di aggiudicarsi il bando nonostante uno sconto sull’offerta economica di appena 14 punti in percentuale.

Ora da vedere se il progetto partirà davvero visto che sarebbero già pronti – da quanto apprende AGRICOLAE - i ricorsi degli altri concorrenti che sembra vogliano impugnare l’esito dell’aggiudicazione. La considerazione alla base di questa decisione sarebbe supportata da quanto accaduto al Vinitaly e a Dusseldorf. Oltre al fatto che  - da quanto si apprende da L’Espresso – l’azienda con base a Milano, attiva nel settore della comunicazione da quasi 20 anni, è stata, almeno fino al 2012, una delle imprese del cosiddetto “sistema Giacchetto”. Condannato lo scorso ottobre in primo grado dal tribunale di Palermo a otto anni di carcere per truffa ai danni dell’Unione europea. l’imprenditore siciliano Faustino Giacchetto ha architettato, grazie alla connivenza di alcuni politici locali, un sistema per intascarsi milioni di euro destinati a progetti di comunicazione nell’Isola.

Qui di seguito l’articolo de L’Espresso.

http://espresso.repubblica.it/attualita/2017/02/27/news/g7-gli-appalti-li-vincono-le-aziende-vicine-alla-politica-1.296221?refresh_ce

Per saperne di più:

MADE IN PUGLIA ‘CILENO’, REGIONE: PER ORA NON PAGHIAMO. TRASMESSO TUTTO AD AVVOCATURA GENERALE PER EVENTUALI PENALI O DECURTAZIONI

La Puglia diventa cilena. E il made in Italy perde la propria identità. Una vera  e propria gaffe quella avvenuta al Prowein di Dusseldorf, la fiera dei vini tedesca. Ma non solo: anche al Vinitaly: è stata usata una foto di un vigneto cileno per rappresentare la viticoltura pugliese. Brochure consegnate ai visitatori provenienti da mezzo mondo. Ma la regione non ci sta: “Sono state attivate le procedure per stabilire la responsabilità dell’accaduto, in base a questo verrà decisa una eventuale decurtazione del compenso dovuto alla azienda di comunicazione” –queste le parole che la Regione Puglia ha rilasciato ad AGRICOLAE sulla vicenda. “Abbiamo già redarguito la società, la quale si è difesa dichiarando che le immagini sono state prese dalla banca dati Shutterstock, ed abbiamo trasferito la contestazione direttamente all’azienda, adesso va però dimostrata la responsabilità”, proseguono dalla regione.

Da quanto appreso da AGRICOLAE per il momento la Regione Puglia non ha ancora disposto il pagamento e le stesse tempistiche non sono certe. “Verrà sentita l’avvocatura generale per capire quale iter seguire, non essendoci un rapporto diretto con l’azienda di comunicazione sarà compito dell’avvocatura stabilire tempi e modi del pagamento, compreso eventuali decurtazioni e penali”.

Un accaduto "raccapricciante" quello portato alla luce da Winenews, per il senatore Dario Stefano, che di Puglia e di vino si è sempre occupato. La promozione della Puglia deve essere una missione, non il frutto di un'azione di routine, prosegue. Deve essere, secondo il senatore, interpretata con cura con amore e con passione. Al fine di promuovere il vino pugliese nel mondo.

A difendersi l'azienda di comunicazione Ab Comunicazioni che in passato ha lavorato anche con il Mipaaf e aggiudicataria del bando Unioncamere per la presenza di Puglia Agricoltura alle due fiere: l'immagine è stata selezionata a seguito di una ricerca effettuata su banca dati Shutterstock basata su una selezione attraverso parole chiave come 'Puglia-wine'. L'immagine oggetto del portale è risultata tra le molteplici disponibili a partire da questa ricerca attraverso parole chiave. Si evidenzia inoltre - scrivono in una nota .- che l'immagine utilizzata e presentata da banda dati Shutterstock, come riguardante il territorio pugliese, non era in alcun modo riconducibile al territorio cileno".

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MORE ARTICLES