GARGANO: LE TRAGEDIE DEL TERRITORIO HANNO UN FILO COMUNE: LA COLPEVOLE DISATTENZIONE DEI SOGGETTI DECISORI

“Cosa hanno in comune vicende scabrose e spesso tragiche come quelle della Terra dei Fuochi, di Pompei, di Olbia, di Prato, di Ginosa Marina? La mancanza di assunzione di responsabilità da parte della politica ad ogni livello.”
A denunciarlo con forza è Massimo Gargano, Presidente dell’Associazione Nazionale Bonifiche e Irrigazioni (A.N.B.I.), intervenendo ad un convegno, organizzato da FAI-CISL a Genova. “Gli studi evidenziano che le bombe d’acqua causano i danni più gravi nei pressi degli argini, dove qualcuno, però, continua ad autorizzare costruzioni – insiste Gargano – E non si dica che mancano le risorse, perché è stato speso solo lo 0,1% delle risorse per la salvaguardia idrogeologica, destinate dal C.I.P.E. (Comitato Interministeriale Programmazione Economica) a gestioni commissariali! Serve uno scatto di responsabile coraggio da parte della politica, abbandonando la mera logica delle affermazioni di principio ad ogni livello. All’inizio del prossimo anno, ripresenteremo, per il quinto anno, il Piano per la Mitigazione del Rischio Idrogeologico, fatto di migliaia di interventi immediatamente cantierabili e capaci di apportare un significativo incremento occupazionale. Servono oltre 7 miliardi: una cifra enorme, ma che può essere reperita, utilizzando lo stesso sistema già attuato per il Piano Irriguo Nazionale, cioè mutui quindicennali, finanziati dalla Cassa Depositi e Prestiti. Bisogna però decidere con urgenza, smettendo l’irresponsabile rito di dimenticare il grave dissesto idrogeologico del Paese appena ritorna il sole. Bisogna riportare il territorio al centro del modello di sviluppo italiano, utilizzando anche le opportunità offerte dalla Politica Agricola Comunitaria 2014-2020, affinchè non si continuino a spopolare le montagne, accentuando l’esodo verso le zone costiere, incrementandone le criticità strutturali.” Conclude il Presidente A.N.B.I.: “Da più parti cresce la richiesta di una cabina di regia per la gestione del territorio; siamo d’accordo solo ad una condizione: che sia una cabina del fare e del fare subito.”

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MORE ARTICLES

Questo sito utilizza cookies di Sessione, Tecnici e di Profilazione. Cliccando su "OK", questi cookies si attiveranno. Per maggiori informazioni o per eventuali limitazione dei cookie, clicca sul link e visita la nostra apposita sezione.
This website uses Session, Permanent and Third-Party cookies. by clicking on "Ok", these cookies will be enabled. For further informations or for cookie limitation, please click on the link and visit our dedicated section.
Cookie & Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi