GROW, BELLANOVA: PER INFRASTRUTTURE DISPONIBILI 120 MILIARDI E 500 MILIONI PER PIANO ACQUA, ORA METTERLI A DISPOSIZIONE DI PROGETTI IMMEDIATAMENTE CANTIERABILI. VIDEO

image_pdfimage_print

“O riusciamo a costruire una squadra che lavora per raggiungere gli stessi obiettivi oppure andiamo in sofferenza, perché ci sono ancora tanti problemi nonostante le buone cose fatte. C’è un grande sforzo e impegno per produrre eccellenze e mettere i consumatori nelle condizioni di acquisire questi prodotti di qualità, ma senza infrastrutture fisiche e digitali significa che allora produciamo eccellenze destinate a rimanere nei magazzini”. Così il ministro Teresa Bellanova nel corso di GROW, l’action tank di Agrinsieme.

“Ci troviamo oggi in una regione, l’Emilia Romagna, che insieme a Lombardia e Veneto, rappresenta l’eccellenza anche dal punto di vista delle infrastrutture e degli investimenti fatti. Ma in base alle analisi presentate questa mattina abbiamo almeno due questioni da affrontare: come recuperare le differenze all’interno del nostro paese e come recuperare il gap col resto dell’Europa” prosegue.

“In Italia ci sono 120 miliardi di euro destinati a realizzare infrastrutture importanti, ma anche piccole infrastrutture, che sono determinanti per rafforzare la competitività del sistema paese. Queste risorse devono essere messe nella disponibilità dei progetti immediatamente cantierabili per poter rafforzare le nostre infrastrutture sia materiali che immateriali” sottolinea Bellanova.

“Dobbiamo poi mettere in campo il piano per l’acqua che rappresenta un miliardo di euro, e 500 milioni sono stati sbloccati per il 2020 per manutenzione e interventi importanti per l’utilizzo equilibrato di una risorsa che è fondamentale per fare agricoltura di qualità e di precisione. Il mio impegno sarà far sì che le risorse che arrivano nelle strutture debbano essere effettivamente utilizzate nel corso di quest’anno. Infatti questa logica che si destinano le risorse e poi si allungano i tempi per la realizzazione priva gli imprenditori e i cittadini di quelle opere che possono rendere più competitivo il paese, e ad avere anche un maggior rispetto dell’ambiente” dichiara.

“Abbiamo una grande criticità che è l’abbandono delle zone interne. Dobbiamo allora partire dall’agricoltura, la quale è un punto fondamentale della soluzione alla crisi climatica, e non, come vogliono farci credere, un fattore di crisi. Serve dunque dare gli strumenti fondamentali per assicurare la sostenibilità ambientale, sociale ed economica, senza la quale non possiamo risolvere il problema dello spopolamento delle zone rurali e dei cambiamenti climatici. Dobbiamo collegare le persone, facendo degli sforzi in più, perché lavorare su questi temi significa rafforzare la competitività del sistema paese” evidenzia il ministro.

“In questo settore si producono poi molti dati ma ognuno ha la propria banca dati. Occorre perciò cercare di mettere in comunione Ismea, Crea e Inps, ovvero tre banche dati che devono comunicare tra loro per aiutarci poi a dare strumenti utili al settore. Fondamentale è poi un piano vero di investimenti per la crescita, come l’intervento sui contratti di filiera che possono generare immediatamente un miliardo. Serve poi lavorare sull’agricoltura 4.0 e rendere chiaro che entrare in questo settore significa possedere competenze, formazione professionale e sostenibilità economica. Infine, sulla sostenibilità ambientale è importante ribadire che questa non la devono pagare gli agricoltori, lo abbiamo detto in Europa e continuerò a dirlo. È invece da realizzare con risorse aggiuntive, senza farle scontare al settore agricolo” conclude il ministro Bellanova.

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MORE ARTICLES



Questo sito utilizza cookies di Sessione, Tecnici e di Profilazione. Cliccando su "OK", questi cookies si attiveranno. Per maggiori informazioni o per eventuali limitazione dei cookie, clicca sul link e visita la nostra apposita sezione.
This website uses Session, Permanent and Third-Party cookies. by clicking on "Ok", these cookies will be enabled. For further informations or for cookie limitation, please click on the link and visit our dedicated section.
Cookie & Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi