GROW, CENTINAIO: BASTA FARSI CONCORRENZA ALL’ESTERO CON ‘ARMATE BRANCALEONE’. COMPATTI A VENDERE QUALITA MADE IN ITALY IN MANIERA SISTEMICA. VIDEO

"Matera deve rappresentare un punto di partenza del nostro Paese, quella realtà che - legando un evento importante come quello del 2019- deve diventare un'asse portante per l'Italia. Io sono il ministro di riferimento, lavoro con passione, con orgoglio e con una visione ma il problema è che quando si parla di infrastrutture la decisione finale spetta a un altro collega". Così il ministro delle Politiche agricole e del Turismo Gian Marco Centinaio nel corso del suo intervento a GROW, l'action tank organizzato da Agrinsieme per fare il punto sullo stato dell'arte delle infrastrutture italiane e dei gap che ci sono, in particolare al Sud. "Nel momento in cui si prendono decisioni su dove le navi di crociera a Venezia devono attraccare e si prendono decisioni con tutto il mondo senza però il ministro del Turismo... io coinvolgo tutti ma se non coinvolgono me...", ribadisce.

Poi l'export: "il settore dell'agroalimentare è un settore che cresce, nella bilancia commerciale del Pil del nostro paese, più di tutti. Piaccia o non piaccia", prosegue il ministro. "Soprattutto nell'esportazioni. Ma si può fare molto di più raggiungendo numeri importanti sopra ai 42 miliardi euro. Come quelli dei Paesi Bassi e della Germania. Se pensiamo che la Germania esporta 60 miliardi di euro di agroalimentare e l'Olanda 80 miliardi di euro e pensiamo a quello che hanno loro e quello che abbiamo noi è facile capire la potenzialità del made in Italy".

"Noi esportiamo 42 miliardi di euro - prosegue il ministro - non perché abbiamo un sistema che funziona ma perché abbiamo un sistema di qualità. In Cina, Giappone, Russia, Brasile e in tutto il mondo l'Italia rappresenta la qualità anche grazie ai controlli. L'obiezione che ci fanno è che con noi non ci si capisce niente".

"Ci vanno tutti i soggetti, i privati, i consorzi, le regioni, l'Ice, le Camere di Commercio. Tutti i soggetti che spesso si contraddicono. Non vanno a portare all'estero il Sistema Italia ma vanno a farsi concorrenza. Pensiamo a un buyer straniero che si trova davanti questa armata Brancaleone a fronte di una Francia che invece va all'estero compatta. Bisogna partire da li", spiega Centinaio.

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MORE ARTICLES



Questo sito utilizza cookies di Sessione, Tecnici e di Profilazione. Cliccando su "OK", questi cookies si attiveranno. Per maggiori informazioni o per eventuali limitazione dei cookie, clicca sul link e visita la nostra apposita sezione.
This website uses Session, Permanent and Third-Party cookies. by clicking on "Ok", these cookies will be enabled. For further informations or for cookie limitation, please click on the link and visit our dedicated section.
Cookie & Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi