GUERRA DELLE MOZZARELLE. MIPAAF RICONOSCE DISCIPLINARE GIOIA DEL COLLE E IL CONSORZIO MOZZARELLA DI BUFALA CAMPANA DOP RICORRE AL TAR

Guerra del Made in Italy. Il ministero delle Politiche agricole riconosce il disciplinare di Gioia del Colle Dop e invia la richiesta formale alla commissione europea. Il consorzio storico della Mozzarella di Bufala campana Dop, dal canto suo, non attende tempo, e comunica che porterà la questione in tribunale. E fa ricorso al Tar.

OK DA MIPAAF A DISCIPLINARE MOZZARELLA DOP GIOIA DEL COLLE, MONGIELLO E GINEFRA: BENE MARTINA

Il ministero delle Politiche agricole ha pubblicato il disciplinare della Mozzarella di Gioia del Colle e ha inviato alla Commissione Ue i documenti necessari per il riconoscimento della denominazione Dop. Soddisfazione espressa dai deputati pugliesi del Pd:
“L'annuncio della pubblicazione del disciplinare della mozzarella di Gioia del Colle sul sito internet del Ministero e dell'invio della richiesta alla Commissione Europea per il via libera al marchio Dop, è una bella notizia che premia la nostra battaglia e per la quale ringraziamo sinceramente il Ministro Martina”. Così i deputati dem Dario Ginefra e Colomba Mongiello che aggiungono: “non dubitavamo del fatto che il Ministro si sarebbe attenuto al buon senso oltre ogni inutile e incomprensibile scontro di campanile per due prodotti della nostra filiera latte entrambi apprezzati in Italia e nel Mondo. Il provincialismo di chi vive di gelosie e di pretese egemoniche è il primo nemico di un Mezzogiorno capace di essere regione d’Europa. Tipico comportamento gretto di chi pensa con l’arroganza di poter fermare la competizione virtuosa tra le nostre regioni e tra i nostri prodotti di qualità”.

IL CONSORZIO MOZZARELLA DI BUFALA CAMPANA RICORRE AL TAR CONTRO LA NUOVA DOP DI GIOIA DEL COLLE

“Presenteremo ricorso al Tar contro il via libera del ministero delle Politiche agricole alla nuova Mozzarella Dop di Gioia del Colle. È una decisione che non possiamo accettare, a tutela dei consumatori, del prodotto e della nostra storia”. Il presidente del Consorzio di Tutela Mozzarella di Bufala Campana Dop, Domenico Raimondo, annuncia così l’avvio dell’azione legale dopo la lettera con cui gli uffici del ministero comunicano l’ok alla proposta arrivata dalla Puglia.

“La partita non è affatto chiusa – commenta Raimondo – andremo fino in fondo e utilizzeremo ogni mezzo a disposizione per evitare quello che è a nostro avviso un clamoroso autogol dell’Italia, che né i mercati né i consumatori capirebbero. Il ricorso alla magistratura è il prossimo passo, ma anche a livello comunitario siamo pronti a far sentire la nostra voce, visto che l’ultima parola spetta proprio all’Unione Europea”.

Il presidente inoltre precisa: “Una parte delle nostre osservazioni è stata già accolta dal ministero, visto che nella nuova versione del disciplinare della Dop di Gioia del Colle si obbligano i produttori a scrivere in etichetta che il prodotto è ottenuto da latte vaccino. Questo deve essere chiaro e va inserito nel logo stesso della loro denominazione. Ovviamente non può bastare, per questo la nostra attenzione resta massima su tutto l’iter, che è ben lontano dalla conclusione”.

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MORE ARTICLES

Questo sito utilizza cookies di Sessione, Tecnici e di Profilazione. Cliccando su "OK", questi cookies si attiveranno. Per maggiori informazioni o per eventuali limitazione dei cookie, clicca sul link e visita la nostra apposita sezione.
This website uses Session, Permanent and Third-Party cookies. by clicking on "Ok", these cookies will be enabled. For further informations or for cookie limitation, please click on the link and visit our dedicated section.
Cookie & Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi