I CONSORZI DI BONIFICA ITALIANI PROTAGONISTI AL MEETING INTERNAZIONALE COWM

“L’accentuarsi di eventi meteorologici estremi obbliga ad aumentare la capacità di resilienza dei territori, per la cui realizzazione è indispensabile il contributo di cittadini attivi, ma anche dotati di conoscenze e senso civico. Dobbiamo tornare a rispettare il territorio ed a non forzarlo; per questo bisogna accettare anche qualche rifiuto dettato dall’esperienza spesso racchiusa negli stessi toponimi locali. I Consorzi di bonifica sono palestre di partecipazione, perché hanno organismi democraticamente eletti, nei quali sono presenti i rappresentanti delle Amministrazioni Locali; sono migliaia gli accordi di programma in essere con i Comuni e le necessità di intervento sono spesso segnalate direttamente da realtà del territorio.”

A presentare l’esperienza dei Consorzi di bonifica italiani al meeting internazionale C.O.W.M. (Citizen Observatories for natural hazards and Water Management), in corso di svolgimento a Venezia per iniziativa dell’Autorità di Bacino Distrettuale delle Alpi Orientali, è il Presidente di ANBI (Associazione Nazionale dei Consorzi per la Gestione e la Tutela del Territorio e delle Acque Irrigue), Francesco Vincenzi.

La partecipazione comporta conoscenza. L’obbiettivo dei nuovi scenari dati dall’agricoltura 4.0 è la creazione di imprenditori capaci di abbinare l’eccellenza del made in Italy agroalimentare all’ottimizzazione d’uso delle risorse, ad iniziare da quelle idriche, indispensabili per garantire la qualità dei prodotti. In questo, i Consorzi di bonifica rappresentano un’esperienza virtuosa e studiata nel mondo. E’ fondamentale – conclude il Presidente di ANBI – creare le condizioni, perché venga mantenuto il presidio territoriale rappresentato dalle aziende agricole, il cui lavoro garantisce manutenzione idrogeologica e contrasta l’avanzata dei boschi che, se non gestiti, si trasformano, al pari dell’acqua, da risorsa in minaccia. E questo vuol dire tradire la storia dell’uomo come stanno a dimostrare le emergenze, che si stanno susseguendo a danno del territorio italiano e delle sue comunità. ”

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MORE ARTICLES

CENTINAIO: STIAMO CREANDO IN UE UNA LOBBY DI PAESI CHE VOGLIONO ETICHETTA E TUTELA QUALITA

CENTINAIO: STIAMO CREANDO IN UE UNA LOBBY DI PAESI CHE VOGLIONO ETICHETTA E TUTELA QUALITATAVOLI DI FILIERA MIPAAFT SARANNO APERTI ANCHE AI CONSUMATORI

“Il Pecorino Romano è quotato 5,60 euro al chilo all’ingrosso”. Lo dice nel corso di Porta a Porta il ministro delle Politiche agricole Gian Marco Centinaio che ha convocato per le 12 il tavolo di filiera al Mipaaft per chiudere la partita sulla crisi del latte in Sardegna. Ma “ho […]

Questo sito utilizza cookies di Sessione, Tecnici e di Profilazione. Cliccando su "OK", questi cookies si attiveranno. Per maggiori informazioni o per eventuali limitazione dei cookie, clicca sul link e visita la nostra apposita sezione.
This website uses Session, Permanent and Third-Party cookies. by clicking on "Ok", these cookies will be enabled. For further informations or for cookie limitation, please click on the link and visit our dedicated section.
Cookie & Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi