IMPORT, PESCE: COSTANTE MONITORAGGIO DEI FLUSSI DI DERRATE ALIMENTARI EXTRA-UE

I termini degli accordi internazionali per i prodotti agricoli provenienti da paesi come Marocco o Egitto non si applicano al settore fitosanitario dell'Unione – ha detto il sottosegretario -. Questa è disciplinata da norme dedicate per evitare introduzione e diffusione di organismi nocivi ai vegetali. Attualmente la norma di riferimento è la direttiva 2029 del 2000 che a partire dal 14 dicembre 2019 sarà abrogata e sostituita da un regolamento del 2016 con cui è stato istituito un nuovo regime fitosanitario nell'Ue. Pertanto i paesi terzi che intendono avviare spedizioni nell'Unione devono attenersi a queste regole. L'ICQRF, comunque, collabora costantemente con le dogane per monitorare i flussi delle derrate alimentari extra UE. In ogni caso è intendimento del ministero adoperarsi nelle sedi competenti in ambito Ue al fine di approfondire le implicazioni correlate differenziali standard sanitari che contraddistinguono le produzioni agroalimentari di paesi terzi importate verso il territorio nazionale al fine di evitare impatti sul comparto produttivo italiano”, ha concluso Pesce.

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MORE ARTICLES

Questo sito utilizza cookies di Sessione, Tecnici e di Profilazione. Cliccando su "OK", questi cookies si attiveranno. Per maggiori informazioni o per eventuali limitazione dei cookie, clicca sul link e visita la nostra apposita sezione.
This website uses Session, Permanent and Third-Party cookies. by clicking on "Ok", these cookies will be enabled. For further informations or for cookie limitation, please click on the link and visit our dedicated section.
Cookie & Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi