INAUGURATO AUDITORIUM DELLA CIA DEDICATO AD AVOLIO

“Inauguriamo un sogno iniziato trent’anni fa. Il sogno di Giuseppe Avolio”. Cosi il presidente della Cia-Confederazione italiana agricoltori Giuseppe Politi si è espresso durante l’inaugurazione del nuovo Auditorium dell’Organizzazione avvenuta oggi a Roma presso la sede nazionale. Auditorium che è stato intitolato, appunto, allo storico presidente confederale Giuseppe Avolio.

“Nostro compito -ha aggiunto Politi- è quello di fare una Confederazione non per gli agricoltori, ma degli agricoltori. Questa è la nostra missione e anche questo nuovo spazio va in questa particolare direzione. Questo nostro nuovo Auditorium è per loro”.

La cerimonia inaugurale ha visto la grande partecipazione del personale dell’intero sistema Cia, centrale e del territorio, di rappresentanti del mondo istituzionale, agricolo, economico e sociale. Presenti anche i familiari di Giuseppe Avolio.

“L’Auditorium -ha detto ancora Politi- per la nostra Confederazione è motivo di soddisfazione con il quale abbiamo realizzato un sogno inseguito da anni e che oggi è divenuto finalmente una concreta realtà. Ora abbiamo una sede tutta nostra dove poter svolgere incontri e riunioni”.

“C‘è l’orgoglio -ha sottolineato il presidente confederale- di avere un luogo della Cia che nel tempo diventerà un punto focale della nostra iniziativa. L’aver dedicato, poi, l’Auditorium alla figura di Giuseppe Avolio, uno dei fondatori della nostra Confederazione, assume un significato particolare. Lo stesso Avolio, durante la sua presidenza, ha cercato di realizzare questa struttura che, per vari motivi, non si è potuta concretizzare”.

All’inaugurazione è intervenuto il prof. Fabrizio Nunnari, che ha collaborato alla stesura di un libro sulla storia della Confederazione italiana agricoltori. Nel suo breve discorso ha ricordato le tappe significative che hanno contraddistinto la vita della Confederazione dal 1977 ad oggi.

Toccante l’intervento di Carmina Avolio che ha ricordato la figura del padre, del suo impegno politico e sindacale, delle sue lotte in difesa e per la valorizzazione dell’agricoltura e degli agricoltori. Un personaggio che ha lasciato un’impronta indelebile e un insegnamento di alto valore morale e culturale.

Alla cerimonia, aperta da un breve interevento del direttore nazionale della Cia Rossana Zambelli, erano presenti i vicepresidenti della Confederazione Dino Scanavino (vicario), Cinzia Pagni e Domenico Brugnoni, il coordinatore della Giunta nazionale Alberto Giombetti. Folta la rappresentanza delle istituzioni, tra cui il sen. Dario Stefano, il sen. Loredana De Petris, il sen. Maria Teresa Bertuzzi, l’on. Leana Pignedoli, l’on. Angelo Zucchi. Presenti anche i presidenti della Confagricoltura Mario Guidi, di Fedagri-Confcooperative Giorgio Mercuri e di Copagri Franco Verrascina, il direttore generale di Fedagri-Confcooperative Pierluigi Romiti.

Nel corso della manifestazione sono stati consegnati al presidente della Cia Politi due riconoscimenti. Uno da parte del vicepresidente di Ases-Cia Norberto Bellini, che ha consegnato una targa da parte degli agricoltori paraguayani che hanno conferito a Politi l’onorificenza di presidente onorario dei produttori frutticoli del paese sudamericano. L’altra è stata consegnata dal presidente del Cno Gennaro Sicolo per il contributo di Politi alle conquiste del settore olivicolo-oleario.

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MORE ARTICLES

Questo sito utilizza cookies di Sessione, Tecnici e di Profilazione. Cliccando su "OK", questi cookies si attiveranno. Per maggiori informazioni o per eventuali limitazione dei cookie, clicca sul link e visita la nostra apposita sezione.
This website uses Session, Permanent and Third-Party cookies. by clicking on "Ok", these cookies will be enabled. For further informations or for cookie limitation, please click on the link and visit our dedicated section.
Cookie & Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi