INTERROGAZIONE BERNINI, M5S CAMERA, SU SISTEMA A RETE NAZIONALE DI SOCCORSO PER FAUNA SELVATICA

Atto Camera

Interrogazione a risposta scritta 4-18962

presentato da

BERNINI Paolo

testo di

Martedì 9 gennaio 2018, seduta n. 904

PAOLO BERNINI. — Al Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare, al Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali. — Per sapere – premesso che:

quest'anno l'Italia è stata sotto scacco di una infinita quantità di incendi dolosi ed è stata devastata in un periodo di fondamentale importanza biologica per la fauna selvatica;

a causa dei cambiamenti climatici l'Italia è stata anche vittima di una siccità senza precedenti;

in diversi distretti territoriali della penisola, con caratteristiche geografiche diverse e con ecotipi diversi, non si può agire nel medesimo modo; occorre mettere a disposizione le buone pratiche e fornire sostegno alla fauna selvatica in momenti così critici quanto delicati;

è necessario sapere che non sarà la fine degli incendi a rappresentare la fine delle problematiche per gli animali selvatici, anzi; la situazione di questo periodo talmente critico deve essere meglio conosciuta: presumibilmente gli animali superstiti saranno costretti a spostarsi e la competizione anche per le poche risorse disponibili aumenterà in ragione della diminuzione drastica degli habitat ed è altrettanto presumibile che molte specie subiranno una drastica riduzione della consistenza della popolazione proprio per il danno subito;

le specie terricole, come ricci e altri piccoli mammiferi, hanno subito i danni maggiori;

si è stati testimoni della totale assenza di coordinamento negli interventi di soccorso, per altro obbligatori per legge, della fauna selvatica;

questi animali hanno un habitat devastato ed è più che presumibile che i superstiti tendano a muoversi e a cercare nuovi territori; quindi, è d'obbligo rammentare con specifici provvedimenti, operativi e amministrativi, che si tratta di specie tutelate dalla normativa vigente;

in considerazione della devastazione degli habitat, dell'impatto su tutta la biodiversità e degli anni che saranno necessari solo per far riprendere la vita in quegli ambienti, sarebbe stato opportuno valutare una moratoria sulla caccia, anziché autorizzare le preaperture in deroga, come concesso da molte regioni. Ogni tipo di impatto antropico in quei territori dovrebbe essere evitato –:

se i Ministri interrogati intendano assumere iniziative, anche normative, per prevedere una moratoria sulla caccia in tutte le regioni colpite dagli incendi, dolosi e non dolosi, in considerazione del grave impatto che la biodiversità ha subito e per favorire la sopravvivenza degli animali scampati agli incendi e alla grave siccità;

se e quali iniziative di competenza intendano assumere per il ripristino dei luoghi e per la tutela della biodiversità sopravvissuta;

se intendano assumere iniziative per definire una serie di dovuti interventi sul campo che anche il singolo cittadino possa realizzare per gli animali selvatici;

se intendano assumere iniziative per educare i cittadini delle aree colpite dagli incendi sui possibili comportamenti degli animali scampati agli stessi che, impauriti, possono vagare in cerca di nuovi habitat, di cibo e di soccorso;

se intendano assumere iniziative per definire, in modo coerente e adeguato, un sistema a rete nazionale di intervento e soccorso per la fauna selvatica, del tutto inesistente o insufficiente nel nostro Paese, e renderlo efficace e pienamente operativo.
(4-18962)

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MORE ARTICLES

Questo sito utilizza cookies di Sessione, Tecnici e di Profilazione. Cliccando su "OK", questi cookies si attiveranno. Per maggiori informazioni o per eventuali limitazione dei cookie, clicca sul link e visita la nostra apposita sezione.
This website uses Session, Permanent and Third-Party cookies. by clicking on "Ok", these cookies will be enabled. For further informations or for cookie limitation, please click on the link and visit our dedicated section.
Cookie & Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi