INTERROGAZIONE, CABRAS M5S CAMERA, SU VALUTAZIONE IMPATTO AMBIENTALE

Atto Camera

Interrogazione a risposta scritta 4-03117

presentato da

CABRAS Pino

testo presentato

Mercoledì 19 giugno 2019

modificato

Giovedì 20 giugno 2019, seduta n. 193

CABRAS, ALBERTO MANCA, CADEDDU, CORDA. — Al Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare, al Ministro delle politiche agricole alimentari, forestali e del turismo, al Ministro per i beni e le attività culturali. — Per sapere – premesso che:

a pochi giorni dalla scadenza del suo mandato, la precedente giunta regionale della Sardegna, con deliberazione n. 6/44 del 5 febbraio 2019, in ordine all'istanza di verifica di assoggettabilità a valutazione di impatto ambientale relativa all'intervento denominato «Deposito costiero di gasolio in località Tortolì-Arbatax», nel comune di Tortolì (Nuoro), proposto dalla New.G S.r.l., ha stabilito di non sottoporre tale intervento alla procedura di valutazione di impatto ambientale (Via), a condizione che siano recepite nel progetto da sottoporre ad autorizzazione le prescrizioni descritte nelle premesse alla medesima delibera;

il decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, recante norme in materia ambientale, all'articolo 4, comma 4, lettera b), prevede che le procedure di Via abbiano la finalità di proteggere la salute umana, contribuire con un migliore ambiente alla qualità della vita, provvedere al mantenimento della specie, conservare le capacità di riproduzione dell'ecosistema in quanto risorsa essenziale per la vita, salvaguardare la biodiversità e un'equa distribuzione dei vantaggi connessi all'attività economica;

il progetto in parola prevede la realizzazione di un impianto di stoccaggio di gasolio della capienza di 31.000 metri cubi nell'area dell'ex centrale elettrica della cartiera di Arbatax, su una superficie complessiva di circa 22.000 metri quadrati a circa 260 metri dal mare e a 600 metri dalle abitazioni di Arbatax, frazione di Tortoli;

nello specifico, il progetto prevede il ripristino dei due serbatoi esistenti per lo stoccaggio di gasolio, la costruzione di tre nuovi serbatoi di cui «uno con funzione di accumulo ed erogazione di gasolio per autotrazione, e due destinati alla procedura di colorazione del gasolio, per generare gasolio agricolo e per riscaldamento», nonché la realizzazione di una nuova condotta per il trasporto del combustibile, in un'area in cui sono presenti beni paesaggistici ed ambientali sottoposti a vincolo ai sensi del decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42 («Codice dei beni culturali e del paesaggio, ai sensi dell'articolo 10 della legge 6 luglio 2002, n. 137»);

comitati e amministratori locali hanno posto in rilievo i potenziali rischi ambientali e sanitari relativi alla realizzazione di un tale impianto di gasolio a poca distanza dal mare e dai centri abitati, nonché in prossimità di beni paesaggistici e ambientali sottoposti a vincolo, oltre ai potenziali danni emergenti per gli impianti ittici presenti nella zona;

dallo studio preliminare ambientale si evince che il progetto interessa la fascia costiera a 300 metri dalla linea di battigia, territori ricoperti da foreste e boschi vincolati ai sensi del decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42, e che ricade all'interno della componente ambientale «zone umide costiere e aree di notevole interesse faunistico» del piano paesaggistico regionale. Inoltre, una porzione della fascia costiera verrebbe attraversata dalla condotta di collegamento tra la banchina e i serbatoi che intercetta anche la componente ambientale «campi dunari e sistemi spiaggia» –:

se i Ministri interrogati siano a conoscenza di quanto illustrato in premessa;

se i Ministri interrogati non intendano intraprendere iniziative normative volte a rendere più stringente la disciplina in materia di valutazione di impatto ambientale, con specifico riferimento a situazioni inerenti ai territori la cui economia è basata principalmente sui settori della pesca e del turismo – come quella richiamata in premessa – anche al fine di garantire una più efficace tutela e salvaguardia delle ricchezze ambientali e paesaggistiche, nonché una maggiore rispondenza ai princìpi di prevenzione e precauzione previsti dalla normativa/comunitaria.

(4-03117)

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MORE ARTICLES



Questo sito utilizza cookies di Sessione, Tecnici e di Profilazione. Cliccando su "OK", questi cookies si attiveranno. Per maggiori informazioni o per eventuali limitazione dei cookie, clicca sul link e visita la nostra apposita sezione.
This website uses Session, Permanent and Third-Party cookies. by clicking on "Ok", these cookies will be enabled. For further informations or for cookie limitation, please click on the link and visit our dedicated section.
Cookie & Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi