INTERROGAZIONE, CARBONE FI SENATO, SU PRODUZIONE E SVILUPPO NOCCIOLETI

Atto Senato

Interrogazione a risposta scritta 4-00664

presentata da

VINCENZO CARBONE

giovedì 11 ottobre 2018, seduta n.046

CARBONE - Al Ministro delle politiche agricole alimentari, forestali e del turismo - Premesso che:

la Campania ha rappresentato per lunghi anni la regione con la più importante produzione di noci e nocciole;

da alcuni anni, però, si registra un fortissimo calo a livello sia quantitativo che qualitativo della produzione;

così come si evince da alcuni dati diffusi Confagricoltura, in Italia si è passati dalle 80.000 tonnellate degli anni '60, a 43.000 nel 1980 fino alle attuali 12.000. Parallelamente, dal 1991 a oggi le importazioni di noci con guscio sono più che triplicate, passando da 13.000 a quasi 41.000 tonnellate, mentre l'importo di quelle sgusciate è balzato da 400 a quasi 7.000 tonnellate;

il trend, perciò, risulta essere negativo soprattutto per molte aziende agricole campane, con maggior riferimento alla zona nolana, vesuviana e dell'agro nocerino-sarnese;

numerose aziende della filiera evidenziano che la raccolta del 2018, a causa di condizioni atmosferiche avverse (le piogge di agosto e le temperature poco elevate primaverili ed estive), subirà un duro colpo, e consegnerà un prodotto qualitativamente basso e poco commercializzabile;

il calo che si registra è di circa del 50-60 per cento nella produzione; infatti, se solo alcuni fa per ogni quintale di prodotto il guadagno era di circa 300-400 euro, adesso si è quasi dimezzato arrivando a mala pena a 160 euro;

si aggiunge l'immissione nel mercato di noci e nocciole importate soprattutto dalla Turchia che non rende competitiva la produzione italiana;

le ripercussioni economiche sono gravissime e stanno mettendo in ginocchio le aziende del settore che un tempo rappresentavano una risorsa economica per il territorio;

considerato che ad aggravare la situazione delle aziende agricole del territorio nolano e vesuviano è stato l'abbattimento delle piante per favorire le costruzioni edilizie nell'intera area, lasciando così al cemento intere zone e distruggendo i noccioleti,

si chiede di sapere:

se il Ministro in indirizzo intenda puntare alla creazione di opportunità di valorizzazione del territorio (nolano), con la possibilità di riconvertire ampi terreni agricoli alla produzione di noccioleti;

se intenda avviare politiche mirate ad un miglior controllo della salute dei noccioleti, per dare un supporto concreto nella scelta delle varietà di nocciole con l'aiuto di esperti agronomi, puntando sulle innovazioni colturali-gestionali lungo l'intera filiera, che consentiranno di accrescere e migliorare la produzione e la qualità dei frutti;

se intenda rilanciare un nuovo piano nazionale per lo sviluppo e la coltura del nocciolo.

(4-00664)

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MORE ARTICLES

Questo sito utilizza cookies di Sessione, Tecnici e di Profilazione. Cliccando su "OK", questi cookies si attiveranno. Per maggiori informazioni o per eventuali limitazione dei cookie, clicca sul link e visita la nostra apposita sezione.
This website uses Session, Permanent and Third-Party cookies. by clicking on "Ok", these cookies will be enabled. For further informations or for cookie limitation, please click on the link and visit our dedicated section.
Cookie & Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi