INTERROGAZIONE, DE BERTOLDI FDI SENATO, SU VALORIZZAZIONE FILIERA CORTA E CHILOMETRO ZERO TRENTINO-ALTO ADIGE

Atto Senato

Interrogazione a risposta scritta 4-01786

presentata da

ANDREA DE BERTOLDI

martedì 11 giugno 2019, seduta n.120

DE BERTOLDI - Al Ministro delle politiche agricole alimentari, forestali e del turismo. - Premesso che:

nell'ambito del programma destinato alle scuole denominato "frutta e verdura nelle scuole, a km zero" promosso dal Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, l'interrogante evidenzia come numerosi frutti, ad esempio fragole o ciliegie, distribuiti agli istituti scolastici della regione del Trentino-Alto Adige, provengano, in realtà, da altre regioni quali l'Emilia-Romagna, contravvenendo pertanto l'intenzione iniziale degli alimenti "a km zero", definiti anche "a filiera corta", intesi quali prodotti locali venduti o somministrati nelle vicinanze del luogo di produzione;

si evidenzia, altresì, che, se da un lato la valorizzazione e la promozione dei prodotti agricoli e alimentari provenienti da filiera corta e a chilometro zero è principalmente volta a favorire e sostenere il commercio di prodotti dei territori, le economie locali, per una scelta "sana e ambientale" che tuteli chi sceglie il cibo locale e chi lo produce, dall'altro, risultano paradossali le procedure di gara, indette dallo stesso Ministero (attraverso un decreto ministeriale) avente ad oggetto l'appalto della fornitura e del servizio di distribuzione di prodotti ortofrutticoli in favore degli allievi degli istituti scolastici di primo grado, da aggiudicare con il criterio dell'offerta economicamente più vantaggiosa, ai sensi dell'articolo 95 del decreto legislativo n. 50 del 2016;

la necessità di introdurre urgenti modifiche al quadro regolatorio nazionale e comunitario risulta pertanto fondamentale, a giudizio dell'interrogante, alla luce del bisogno di sostenere gli agricoltori e i produttori trentini e garantire alla comunità locale (scuole, case di riposo) la sicurezza di trovarsi a tavola alimenti quali frutta e verdura realmente a chilometro zero, valorizzando l'intera filiera trentina,

si chiede di sapere:

quali orientamenti il Ministro in indirizzo intenda esprimere con riferimento a quanto esposto;

se non convenga sulla necessità di modificare l'attuale disciplina normativa, che definisce i criteri nell'ambito della procedura aperta comunitaria, in attuazione dell'accordo quadro, finalizzato all'esecuzione del programma comunitario "Frutta e verdura nelle scuole", introducendo come criterio fondamentale la valorizzazione di prodotti agricoli e alimentari a chilometro zero, se questi vengono venduti e consumati nel perimetro regionale, ovvero dal luogo di coltivazione o di trasformazione della materia prima;

quali iniziative di competenza intenda intraprendere anche in sede comunitaria, al fine di sostenere la filiera corta e i prodotti a chilometro zero, nonché le eccellenze agroalimentari esistenti nel nostro Paese, ed in particolare per il Trentino-Alto Adige, la cui qualità riconosciuta e certificata a livello nazionale rappresenta un prestigio di livello europeo.

(4-01786)

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MORE ARTICLES



Questo sito utilizza cookies di Sessione, Tecnici e di Profilazione. Cliccando su "OK", questi cookies si attiveranno. Per maggiori informazioni o per eventuali limitazione dei cookie, clicca sul link e visita la nostra apposita sezione.
This website uses Session, Permanent and Third-Party cookies. by clicking on "Ok", these cookies will be enabled. For further informations or for cookie limitation, please click on the link and visit our dedicated section.
Cookie & Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi