INTERROGAZIONE FRACCARO, M5S CAMERA, SU VITIGNI IBRIDI

Atto Camera

Interrogazione a risposta scritta 4-18847

presentato da

FRACCARO Riccardo

testo di

Mercoledì 20 dicembre 2017, seduta n. 901

FRACCARO. — Al Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali. — Per sapere – premesso che:

con decreto legislativo 8 aprile 2010, n. 61 «Tutela delle denominazioni di origine e delle indicazioni geografiche dei vini, in attuazione dell'articolo 15 della legge 7 luglio 2009, n. 88», all'articolo 8, comma 6, si prevede che l'uso delle Docg, Doc e Igt non è consentito per i vini ottenuti sia totalmente che parzialmente da vitigni che non siano stati classificati fra gli idonei alla coltivazione o che derivino da ibridi interspecifici tra la vitis vinifera ed altre specie americane od asiatiche. Per i vini ad Igt è consentito l'uso delle varietà in osservazione;

il regolamento (UE) n. 1308/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio, all'articolo 93, prevede che, per designare un vino con la «denominazione di origine», tra gli altri requisiti, il prodotto deve essere ottenuto da varietà di viti appartenenti alla specie vitis vinifera e non ad altre specie del genere vitis, i quali, eventualmente, possono essere designati solo con la «indicazione geografica»;

il nuovo piano di azione nazionale per l'uso sostenibile dei prodotti fitosanitari (Pan) prevede limitazioni nell'uso di prodotti antiparassitari nei pressi delle «zone sensibili» e, in particolare, nell'esecuzione dell'irrorazione aerea in presenza di aree di salvaguardia delle acque destinate al consumo umano ed in aree protette, nonché nelle altre zone sensibili, quali abitazioni, allevamenti di bestiame, di api, di pesci e di molluschi, terreni agricoli dove si pratica agricoltura biologica o biodinamica, corsi d'acqua e strade aperte al traffico;

le nuove varietà dei cosiddetti ibridi di nuova generazione stanno dimostrando eccezionali capacità di resistenza ai parassiti e, al contempo, garantiscono una produzione di uva per vinificazioni di pregevole qualità prefigurando, pertanto, grazie alla tolleranza alle malattie, un percorso verso forme di agricoltura sostenibile;

i margini di sviluppo, qualitativi e quantitativi, dei nuovi ibridi sono peraltro confermati anche dall'approvazione dei decreti ministeriali emanati dal Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali il 20 ottobre 2014 e il 30 dicembre 2015 con i quali è stato ampliato l'elenco dei vini prodotti da vitigni ibridi iscrivibili come Igt. Significative in tal senso sono anche le delibere della giunta provincia di Trento con le quali, ad esempio, sono state inserite le varietà Muscaris e Souvignier Gris nell'elenco Igt;

l'Oiv nell’Internation Code of Enological Practices ammette una tolleranza di 20 mg/l (15 mg/l nei vini a denominazione di origine) di antociani diglucosidi (Malvidina diglucoside) nel vino. Oltre tale quantità il vino è considerato derivante da ibridi produttori diretti e ne è vietata la vendita. I limiti definiti dall'Oiv limitano, dunque, il processo di sostituzione delle varietà di vitis vinifera con vitigni ibridi creando disagi e problemi alle coltivazioni vitivinicole sui terreni contigui alle zone sensibili –:

se il Governo abbia assunto o intenda assumere le iniziative di competenza, di concerto con le istituzioni europee competenti, per disciplinare l'iscrizione di vitigni ibridi di nuova generazione tra le varietà e Doc e Docg al fine di ampliare le opportunità commerciali di simili varietà e di favorire forme di agricoltura sostenibile sui terreni localizzati nei pressi di aree di salvaguardia o di zone sensibili in conformità con il Piano di azione nazionale;

se il Governo ritenga di valutare un'iniziativa in sede di Oiv al fine di aumentare le soglie di tolleranza di malvidina nei vini prodotti da vitigni ibridi e aumentare le opportunità commerciali per i produttori che operino in conformità con le linee di indirizzo del Piano di azione nazionale.
(4-18847)

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MORE ARTICLES

Questo sito utilizza cookies di Sessione, Tecnici e di Profilazione. Cliccando su "OK", questi cookies si attiveranno. Per maggiori informazioni o per eventuali limitazione dei cookie, clicca sul link e visita la nostra apposita sezione.
This website uses Session, Permanent and Third-Party cookies. by clicking on "Ok", these cookies will be enabled. For further informations or for cookie limitation, please click on the link and visit our dedicated section.
Cookie & Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi