INTERROGAZIONE M5S SU DATI ESATTI SU ALLEVAMENTI SUINI CONFORMI ALLA NORMATIVA

Atto Camera Interrogazione a risposta scritta 4-05360 presentato da Chiara Gagnarli, M5S. giovedì 3 luglio 2014, seduta n. 256 al Ministro della salute, al Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali per sapere quale sia la percentuale degli allevamenti in Italia che praticano sistematicamente il mozzamento della coda e di quelli che invece non la praticano e sono quindi conformi alla normativa in vigore; quale sia la percentuale degli allevamenti in Italia che usano l'arricchimento ambientale adeguato, ovvero edibile, masticabile, investigabile e deformabile, tale da permettere ai suini adeguate attività di esplorazione e manipolazione;

Qui di seguito Agricolae riporta il testo integrale

. — Per sapere – premesso che:

i suini sono tutelati in Italia dal decreto legislativo n. 122 del 2011 che costituisce il recepimento della direttiva 2008/120/CE;

il paragrafo 8 del Capitolo I, Allegato I della direttiva 2008/120/CE proibisce il mozzamento della coda come operazione sistematica e stabilisce che gli allevatori prima di effettuare il mozzamento della coda devono adottare altre misure intese ad evitare le morsicature delle code ed in particolare «modificare condizioni ambientali o sistemi di gestione inadeguati»;

il paragrafo 4, capitolo I, allegato I della direttiva 2008/120/CE stabilisce che: «... i suini devono avere accesso permanente a una quantità sufficiente di materiali che consentano loro adeguate attività di esplorazione e manipolazione (paglia, fieno, legno, segatura, compost di funghi, torba o un miscuglio di questi)... »;

in Italia sono state documentate diffuse condizioni di allevamento dei suini in aperta violazione dei summenzionati requisiti, ovvero con animali aventi tutti le code mozzate e senza alcun materiale manipolabile;

la mancanza di conformità ai predetti requisiti compromette gravemente il benessere dei suini, causando sofferenza e dolore negli animali;

l'associazione CIWF (Compassion in world farming) Italia, ad esempio, ha recentemente svolto una video-inchiesta in allevamenti intensivi di suini in Italia, Paese rinomato per le sue specialità suinicole, e su 11 allevamenti visitati nessuno osservava la direttiva 2008/120/CE sulla tutela dei maiali. In particolare sono stati riscontrati ambienti privi di materiali manipolabili che potessero stimolare ed incuriosire gli animali, code pesantemente amputate, pessime condizioni igieniche, scarso controllo della temperatura, zoppie, scarse cure e trascuratezza;

l'articolo 54.1 del Regolamento (CE) n. 882/2004 del Parlamento europeo e del Consiglio del 29 aprile 2004, relativo ai controlli ufficiali intesi a verificare la conformità alla normativa in materia di mangimi e di alimenti ed alle norme sulla salute e sul benessere degli animali, prevede che quando gli Stati membri individuano una non conformità con le leggi europee in materia di benessere animale, devono intervenire per assicurare che l'operatore ponga rimedio alla situazione. L'articolo 54.2 dello stesso regolamento sancisce che tale azione possa includere la sospensione delle operazioni o la chiusura in toto o in parte dell'azienda interessata per un appropriato periodo di tempo –:

quale sia la percentuale degli allevamenti in Italia che praticano sistematicamente il mozzamento della coda e di quelli che invece non la praticano e sono quindi conformi alla normativa in vigore;

quale sia la percentuale degli allevamenti in Italia che usano l'arricchimento ambientale adeguato, ovvero edibile, masticabile, investigabile e deformabile, tale da permettere ai suini adeguate attività di esplorazione e manipolazione;

quali azioni intenda intraprendere perché si applichino le suddette disposizioni della direttiva 2008/120/CE agli allevamenti non conformi. (4-05360)

 

-RIPRODUZIONE RISERVATA-

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MORE ARTICLES

Questo sito utilizza cookies di Sessione, Tecnici e di Profilazione. Cliccando su "OK", questi cookies si attiveranno. Per maggiori informazioni o per eventuali limitazione dei cookie, clicca sul link e visita la nostra apposita sezione.
This website uses Session, Permanent and Third-Party cookies. by clicking on "Ok", these cookies will be enabled. For further informations or for cookie limitation, please click on the link and visit our dedicated section.
Cookie & Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi